vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Caso La Rana, il processo trasferito da Bari a Vasto

Più informazioni su

VASTO – Il processo non s’ha da fare a Bari, ma gli atti vanno trasferiti a Vasto, dove si ricomincerà daccapo. Colpo di scena nell’ambito del procedimento giudiziario che dal 2003 vede coinvolti il magistrato vastese Antonio La Rana e altre 11 persone. Questa mattina il Tribunale del capoluogo pugliese, al termine di un’ora di camera di consiglio, ha dichiarato la propria incompetenza territoriale. Restano a Bari solo le indagini relative al ruolo di Pubblico ministero svolto da La Rana nelle inchieste su Piano regolatore di Vasto, ex palazzi scolastici di corso Italia e un incontro con il consigliere regionale Giuseppe Tagliente. Tutto il resto viene trasferito presso gli uffici giudiziari abruzzesi. La conseguenza è che il procedimento deve ricominciare dall’inizio, cioè dalle indagini preliminari, che si concluderanno con la richiesta di rinvio a giudizio o di proscioglimento. Le altre 11 persone coinvolte non sono più da considerarsi imputate, ma semplicemente indagate. La Rana, che attualmente è magistrato presso la Corte d’appello di Campobasso, ha chiesto il trasferimento a Vasto ed è primo in graduatoria. Entro l’autunno dovrebbe, quindi, riprendere servizio presso il palazzo di giustizia di via Bachelet. In virtù di questo probabile trasferimento, avanzerà istanza di spostamento del giudizio che lo riguarda a Campobasso, la cui Corte d’Appello è competente a giudicare i magistrati in servizio in Abruzzo.

 

Più informazioni su