vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pdl e Gim al Comune: "Progetto giovani, perché senza gara pubblica?"

Più informazioni su

VASTO – No all’affidamento diretto delle attività del Progetto giovani di Vasto. Si faccia una pubblica gara d’appalto. E’ la posizione di Pdl e Giovani in movimento, l’associazione che raggruppa in città i movimenti giovanili di centrodestra.

“Esprimo preoccupazione – afferma Etelwardo Sigismondi, coordinatore del Pdl di Vasto – sulla considerazione che l’Amministrazione comunale ha per le politiche giovanili. Ci troviamo nel mese di maggio e solo qualche giorno fa l’amministrazione, con determina dirigenziale, ha affidato la gestione del Progetto giovani. Il dato è che per quattro mesi le attività sono rimaste ferme. Mi sarei augurato che i ritardi per la riapertura delle attività di questo servizio fossero dovuti ai tempi necessari per la predisposizione di un bando pubblico per l’affidamento. Invece – ha chiosato – l’amministrazione comunale, anche questa volta
ha preferito all’evidenza pubblica, la strada dell’affidamento diretto scegliendo, tra le tante realtà locali, una cooperativa di Cepagatti e due associazioni, tra cui l’immancabile Arci. Non condivido, poi – prosegue il consigliere comunale – la scelta di spezzettare la gestione del servizio in quanto tale scelta potrebbe creare problemi al funzionamento e al coordinamento delle attività rivolte ai giovani”. Il coordinatore del partito di Berlusconi invita il Comune a dedicare più risorse per la prevenzione del disagio giovanile. “Sono convinto – conclude Sigismondi – che nell’ultimo anno dell’amministrazione Lapenna, difficilmente nell’ambito delle politiche giovanili, vedremo un cambio di rotta rispetto al passato”.

“Vasto – rincara la dose Marco di Michele Marisi, responsabile di Giovani in movimento – non ha strutture idonee ad accogliere i giovani e a fornire loro servizi. Non c’è un centro di aggregazione giovanile degno di tale nome ove vi sia internet point, sala studi, biblioteca e zone per poter giocare, riunirsi o semplicemente passare del tempo. L’unico spazio – ha dichiarato Marco di Michele Marisi – è la struttura sita al quartiere San Paolo, sprovvista, però, di qualsiasi attrezzatura adeguata”. E poi nuova polemica sulla “palazzina di via Naumachia in vendita”. “Altra nota dolente – conclude di Michele Marisi – è la Consulta comunale giovanile il cui statuto ha visto una gravidanza più lunga di quella degli elefanti”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su