vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Bandiera blu continuerà a sventolare anche nell'estate 2010

Più informazioni su

VASTO – La Bandiera blu continuerà a sventolare sulla costa vastese. Per Vasto è l’ottava di fila, per San Salvo la tredicesima in tutto. Stamani, nella sede della Regione Lazio, la cerimonia a ufficiale di consegna del vessillo assegnato, come ogni anno, dalla Fee (fondazione auropea per l’educazione ambientale) in collaborazione col Cobat (consorzio nazionale per le batterie esauste) alle località balneari che si contraddistinguono per pulizia delle acque di balneazione, politiche di tutela dell’ambiente, adeguatezza dei servizi offerti ai turisti. A ritirare la Bandiera blu c’erano per Vasto il sindaco, Luciano Lapenna, e per San Salvo il sindaco, Gabriele Marchese, e l’assessore all’Ambiente, Nicola Sannino. “La Bandiera blu – commenta Lapenna – è sicuramente di buon auspicio per la stagione estiva che sta iniziando ed è un riconoscimento che premia tutta la città e il lavoro di questa amministrazione con le scelte operate in campo ambientale attraverso l’introduzione della raccolta differenziata ed in quello energetico in cui, in collaborazione con l’EnelSole, si sta provvedendo ad adeguare gli impianti di illuminazione con le nuove tecnologie a lampade Led. Ringrazio il consorzio industriale per l’importante opera che svolge grazie ai propri depuratori e tutti gli operatori turistici”.

“Sono tredici – sottolinea Marchese – le Bandiere conferite al Comune di San Salvo, la prima nel 1992 e le altre dodici consecutivamente dal 1999 fino ad oggi. Il riconoscimento ci premia di tutto il lavoro fatto e ci stimola ad impegnarci sempre più per migliorare la qualità della vita dei cittadini e orientare la crescita di San Salvo verso uno sviluppo sostenibile. Voglio ringraziare quanti, come il Coniv e i Comuni del nostro entroterra, si sono adoperati per la salvaguardia dell’ambiente e in maniera particolare per  la tutela del mare”.

Abruzzo al 4° posto: 13 bandiere. Sono 231 le spiagge doc per queste vacanze, 4 in più rispetto allo scorso anno, rappresentative di 117 comuni italiani e che corrispondono a circa il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale. Nel capitolo approdi turistici i premiati sono 61. Secondo il segretario generale della Fee, Claudio Mazza, i dati dimostrano l’impegno crescente delle località turistiche marine rispetto “alla sempre maggior pressione del turismo sul patrimonio ambientale” che “impone ai Comuni di affrontare sempre nuove sfide per migliorare i propri standard di qualità orientando tutti i propri impegni in chiave di sostenibilità”. Non omogenea la distribuzione delle Bandiere Blu. In particolare, la Liguria, con 17 località, una in più dello scorso anno, guida la speciale classifica regionale. A pari merito con 16 località, seguono Marche e Toscana, che si distaccano dall’Abruzzo, 4° classificato con 13 bandiere. Stabile a quota 12 la Campania, che conferma le località della precedente edizione; molto bene la Puglia, ne guadagna una arrivando così ad eguagliare a quota 8 l’Emilia Romagna (dove sono riconfermate le stesse località dello scorso anno). Nessuna novità per il Veneto (6), mentre il Lazio arriva a quota 5, superando così la Sicilia e la Calabria che sono stabili a 4; il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna riconfermano le 2 dell’anno scorso, e vengono raggiunte dal Piemonte, che giunge a quota 2 bandiere (per i laghi); per finire con Molise e Basilicata, con una sola Bandiera Blu. Queste le località abruzzesi premiate: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su