vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rifiuti, Cupello vuole il termovalorizzatore sul suo territorio comunale

Più informazioni su

CUPELLO – Cupello torna a candidarsi come sede di un termovalorizzatore. L’annuncio, destinato a suscitare una nuova battaglia ambientalista, è del sindaco, Angelo Pollutri, che già in passato aveva più volte chiesto la costruzione di un inceneritore a recupero energetico: che bruci, cioè, i rifiuti per generare, attraverso una caldaia contenente acqua, vapore destinato a produrre energia elettrica. E’ sui livelli di inquinamento determinato da emissioni di fumi nell’aria e, dunque, sulla potenziale pericolosità per la salute, che si gioca la partita tra il sì e il no. Cupello è sede della discarica di Valle Cena, l’impianto gestito dal Civeta, il consorzio che si occupa dello smaltimento dei rifiuti nel Vastese. Proprio in questi giorni il tavolo di concertazione regionale sta lavorando alla modifica della legge numero 45 del 2007, in cui sono contenute le regole sulla gestione dell’immondizia. Secondo Pollutri, il Civeta “non può continuare ad essere solo sede di buche che ospitano monnezza e rinunciare alle opportunità di sviluppo legate all’evoluzione tecnica della materia rifiuti”. Per accelerare l’iter, la prossima settimana si riuniranno in seduta congiunta le commissioni del Consiglio comunale che si occupano di Pianificazione, Energia, Ambiente, Sviluppo economico e Attività produttive.
“La seduta – spiega il primo cittadino – verterà sul riavvio del percorso di candidatura del Comune di Cupello per ospitare un impianto di termovalorizzazione. Il quale consentirà il completamento del ciclo integrato dei rifiuti in maniera  corretta sul territorio comunale ed intercomunale, in quanto ad oggi il sistema di gestione dei rifiuti solidi urbani del Civeta mostra evidenti limiti ed incompletezza impiantistica per la soluzione definitiva, idonea, moderna, ed in sicurezza sul tema rifiuti”. Poi la questione tornerà in Consiglio comunale per approvare una nuova mozione sulla candidatura a sede di termovalorizzatore, dopo il documento approvato il 6 giugno del 2008. Angelo Pollutri sottolinea che “il tema è stato ampiamente e correttamente affrontato nella campagna elettorale del 2009, e l’idea di completare il ciclo integrato dei rifiuti è condivisa dalla comunità sul fatto che un impianto tecnicamente avanzato per la gestione finale di una parte di rifiuti che oggi viene allocata in discarica, può rappresentare la salvaguardia del Civeta e dare prospettive economiche ed occupazionali interessanti per il territorio. Inoltre si propone  un sistema di monitoraggio e controllo della salubrità della salute pubblica costante e trasparente con terminali ubicati presso le piazze dei comuni del territorio che istantaneamente ed in contemporanea presentino i dati sulle emissioni in atmosfera e sul corretto ciclo integrato dei rifiuti”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com
 

Più informazioni su