vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, in 9 potrebbero rimanere. Attesa per le decisioni di Crisci

Più informazioni su

VASTO – Prima di fine mese non si muoverà una foglia. Dopo 5 anni di presidenza, Mimmo Crisci, vuole riflettere. Non è sicuro di rimanere alla guida della Pro Vasto. Del resto, un primo allarme lo aveva lanciato già nelle scorse settimane, all’indomani delle dichiarazioni con cui l’imprenditore laziale Fabio De Filippis diceva di essere interessato alla società biancorossa: “Non lo sento da 4-5 mesi – aveva ribattuto Crisci – e sto sostenendo il peso della società da solo, sia pur con l’importante aiuto dell’associazione Insieme si può”. Al momento resta un grosso punto interrogativo sia sul futuro della società che su quello del tecnico, Pino Di Meo. Sembrava sicura la sua partenza, visti gli screzi dei mesi scorsi con una parte della tifoseria. Invece, il ringraziamento riservatogli dai tifosi all’Aragona nell’ultima partita di campionato (striscione in curva D’Avalos con la scritta: “Ieri in campo, oggi in panchina… domani qui sarai a casa”) ha ricucito i rapporti. Del resto, il tecnico di Trani ha ancora un anno di contratto. Ma è fin troppo chiaro che il suo destino è legato da un doppio filo con quello di Crisci. In questo momento, azzardare previsioni è praticamente impossibile. Eppure, la Pro Vasto un’ossatura di squadra ce l’avrebbe. Un gruppo su cui innestare alcuni tasselli in grado di farle compiere il salto di qualità al termine di un’annata mediocre, non solo per il calcio biancorosso, ma anche per l’intero girone B di Seconda divisione, che si è rivelato piatto e livellato. Sono 9 i calciatori della rosa ancora sotto contratto con la società di via San Michele: Cammarata, Suriano, Dimatera, Della Penna, Patarini, Avantaggiato, Gaudino, Ambrosecchia e Fiore. Resterebbero da decidere le comproprietà di Di Berardino (l’altra metà è della Juventus) e Arvia (il 50% è dell’Empoli), mentre non hanno fatto mistero di essere disposti a continuare a vestire la casacca biancorossa Digno, Servi, che sono svincolati, e Croce, che è del Padova. E poi c’è Biagianti. Il mediano toscano, protagonista con la Pro Vasto di Danilo Pierini della stagione 2005-2006, che si concluse con la qualificazione ai play-off di C2, ora gioca a Catania, in serie A. All’atto della vendita, la dirigenza vastese pattuì con la società siciliana una somma che sarebbe stata versata nelle casse abruzzesi quando il Catania avesse deciso di cedere il centrocampista a un’altra squadra. Quel momento sembra essere arrivato. Sulle tracce di Biagianti ci sono Fiorentina, Milan e Lazio. Per la Pro Vasto potrebbe essere l’anno buono per incassare e investire nella futura campagna acquisti. Ma prima bisogna aspettare che Crisci decida. 

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su