vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastoviva: "Il taglio dei posti letto non colpisca l'ospedale San Pio"

Più informazioni su

VASTO – Il taglio dei posti letto nella sanità abruzzese non colpisca l’ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto, che ha già pagato pesantemente dazio alla sanità regionale. Per scongiurare il pericolo l’associazione Vastoviva sollecita l’impegno dei consiglieri regionali del Vastese: Nicola Argirò (Pdl), Antonio Menna (Udc), Paolo Palomba (Idv), Antonio Prospero (Pdl) e Giuseppe Tagliente (Rialzati Abruzzo) sono i destinatari della lettera scritta dall’associazione di cui è presidente l’ex consigliere comunale della Margherita Nino Fuiano. A loro Vastoviva chiede di “ribadire che, in termini di posti letto questo territorio ha già dato il suo contributo”, infatti attualmente sono disponibili “2,67 posti letto ogni mille abitanti contro i 3,34 richiesti dalla normativa nazionale”, ragion per cui “l’eventuale taglio di ulteriori posti letto, di cui si parla in questi giorni sulla stampa, non deve riguardare questo territorio, dando garanzia in particolare ai reparti specialistici del presidio ospedaliero di Vasto di non essere individuati come reparti doppione”. Il problema riguarda Urologia, Malattie infettive, Gastroenterologia, Nefrologia e Neurologia.

Nuovo ospedale. Vastoviva vuole l’impegno dei consiglieri regionali per giungere “alla fase progettuale e operativa per il nuovo ospedale di Vasto in località Pozzitello, per cui il terreno destinato è stato già acquistato e per cui l’assessore regionale alla Sanità”, Lanfranco Venturoni, “ha più volte dichiarato la disponibilità dei fondi”. Finanziamenti regionali, provinciali e comunali consentano di realizzare adeguate strade d’accesso al futuro presidio ospedaliero.

Sala emodinamica. E’ in forse la realizzazione della struttura necessaria all’intervento immediato ed efficace per assistere le persone colte da infarto. La sala emodinamica più vicina si trova a Pescara. Un’altra era stata promessa a Vasto, ma nel mondo politico locale si stanno diffondendo timori che l’importante apparecchiatura possa essere trasferita all’ospedale Renzetti di Lanciano. Secondo Vastoviva, servono anche una seconda postazione di 118, due posti letto di Neuonatologia di primo livello e due di secondo, aumentare da 6 a 8 i posti letto in Rianimazione e due per la terapia antalgica. Necessaria anche la nomina dei direttori delle unità operative di Pronto soccosrso, Neurologia, Chirurgia, Ortopedia e Pediatria.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com 

Più informazioni su