vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cementificazione, Rifondazione comunista: "Bisogna rifare il Prg"

Più informazioni su

VASTO – Per bloccare la cementificazione di Vasto bisogna modificare il Piano regolatore. Rifondazione comunista sposa la tesi dell’Italia dei valori: la modifica delle Norme tecniche di attuazione del Prg, che si avvia verso le ultime tappe, non basta a preservare la città da nuove colate di cemento. La presa di posizione di Rifondazione segue al severo monito lanciato dall’arcivescovo Bruno Forte nella visita pastorale in municipio: a Vasto si è costruito troppo. “Lo sviluppo edilizio che ha suscitato il disappunto dell’arcivescovo – scrivono in una nota il consigliere regionale Maurizio Acerbo e l’assessore comunale Marco Marra – non è opera dell’attuale amministrazione, ma degli strumenti urbanistici risalenti all’amministrazione di centrodestra guidata da Tagliente ultimamente tornato agli onori delle cronache per un barbaro emendamento che consente di recintare le spiagge abruzzesi.
Va ricordato che l’attuale amministrazione di centrosinistra ha comunque provveduto ad una modifica radicale e restrittiva delle Norme tecniche di attuazione del Prg, oltre che a porre un vincolo edificatorio lungo tutto il tratto costiero ad est del tracciato  ferroviario. Dobbiamo constatare – affermano i due esponenti di Rifondazione – comunque che è indispensabile, come passo politico successivo, modificare in toto l’attuale Prg. Anche perché la crescita del patrimonio edilizio da tempo ha smesso di avere una funzione sociale. Come scrive un grande urbanista italiano: più case si costruiscono e meno ce ne sono per chi ne ha bisogno”.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su