vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L'Idv agli altri partiti: "Le tre condizioni per allearsi con noi"

Più informazioni su

VASTO – Nuovo Piano regolatore per bloccare la cementificazione di Vasto, porto turistico e servizi per chi viene in vacanza in città, campi sportivi per i giovani. L’Italia dei valori avverte gli altri partiti del centrosinistra: “Chi vorrà fare alleanze elettorali con l’Idv – scrivono in una nota Alfredo Bontempo, coordinatore cittadino, Corrado Sabatini, assessore ai Lavori pubblici, ed Eliana Menna, consigliere provinciale – dovrà necessariamente firmare i 3 quesiti, ma ci dovrà pure dire con chi intende realizzarli”. I 3 quesiti sono più o meno gli stessi che l’arcivescovo di Chieti-Vasto, Bruno Forte, ha sollevato la scorsa settimana nella sua visita pastorale in municipio e che, annunciano Sabatini e la Menna, “saranno per noi dell’Idv la base di partenza per il futuro programma elettorale”. Il partito di Di Pietro si dice favorevole “al recepimento della legge regionale numero 16, il cosiddetto Piano casa” perché “potrà consentire alle famiglie che hanno piccoli risparmi di investire per rinnovare e ammodernare i vecchi fabbricati, in modo da rafforzare anche la sostenibilità energetica degli alloggi”, inoltre “consentirà all’artigianato locale (idraulici, elettricisti, muratori, falegnami) di lavorare e dare occupazione”. Ma il problema è costituito dalle grandi colate di cemento. L’edilizia selvaggia cui si riferiva monsignor Forte. “E’ assolutamente vero – afferma l’Idv, rivolgendosi soprattutto a Rifondazione comunista – che la paternità di questo Piano regolatore è da ascrivere alle passate amministrazioni di centrodestra: il nostro Prg, infatti, risale al 2001. Ma è pur vero che era compito di questa amministrazione arrivare alla stesura della variante di Piano” proposta dai dipietristi perché “non basta rivisitare solo le attuali Norme tecniche di attuazione del Prg, che non risolvono il problema dell’espansione edilizia. La vicina San Salvo in 8 anni ha già fatto 3 varianti di Prg”. L’Idv chiede alla maggioranza e all’amministrazione comunale di avviare un dibattito con la cittadinanza, le imprese, le associazioni e le organizzazioni professionali “per arrivare” entro la fine del mandato “almeno a formulare l’incarico professionale per la redazione del nuovo Prg”. E lancia un ultimatum: “Chi vorrà fare alleanze elettorali con l’Italia dei valori dovrà necessariamente firmare i 3 quesiti, ma ci dovrà pure dire con chi intende realizzarli”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su