vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Furti, la controffensiva: posti di blocco, elicotteri e controlli nelle case

Più informazioni su

VASTO – Perquisizioni nelle case, più posti di blocco, accertamenti su persone sospette e anche controlli aerei. Scatta a Vasto la controffensiva delle forze dell’ordine per scoprire i topi d’appartamento. 

Pochi giorni fa il secondo furto nel giro di quattro mesi nella casa dell’ex assessore regionale Massimo Desiati. La prima volta, era la notte di Venerdì Santo, i ladri avevano rubato denaro e oggetti preziosi del valore di 20mila euro. Stavolta, hanno portato via la Mercedes Classe B, poi ritrovata dai carabinieri in località Miracoli di Casalbordino.

Tra la primavera e l’estate sono stati svaligiati ville e appartamenti. Gli ignoti hanno preso di mira le zone residenziali, quelle meno trafficate, come Montevecchio e San Nicola. Nel mirino soprattutto le abitazioni di imprenditori. Anche i gestori di tre bar della città si sono visti ripulire cassa, scaffali e magazzini dai ladri, alcuni arrestati dalla polizia. Ma diversi altri episodi simili rimangono ancora senza colpevole. Senza contare il fenomeno dei furti a staffetta: rubano un’auto per arrivare a destinazione, svaligiare le abitazioni e tornare al punto di partenza con un’altra vettura rubata. Ora le forze di pubblica sicurezza cercano di stringere il cerchio attorno ai responsabili.

Carabinieri. “Abbiamo intensificato – spiega Giuseppe Loschiavo, capitano dei carabinieri di Vasto – i posti di controllo sulle principali arterie della zona” per verificare chi arriva e chi riparte. “Stiamo eseguendo anche controlli nelle abitazioni, in particolare nel centro storico, dove risiede il maggior numero di stranieri. Stiamo accertando la posizione di diverse persone, pregiudicate e non. Verifichiamo se hanno precedenti e cosa fanno. Se ci sono sospetti, chiediamo l’emissione del foglio di via”, che obbliga a lasciare Vasto e restarne alla larga. E’ accaduto due mattine fa a cinque stranieri di nazionalità rumena.

Polizia. Non abbassare la guardia dopo la fine del periodo più affollato dell’anno. I rinforzi continuano a setacciare il litorale insieme agli agenti del Commissariato di Vasto. La città viene monitorata anche dall’alto: periodicamente viene, infatti, sorvolata in elicottero. La sorveglianza aerea consente di controllare i movimenti lungo le strade e vigilare sulle vie di fuga di ladri e rapinatori. “Sono attività – spiega il vice questore Cesare Ciammaichella – che eseguiamo nell’ambito dell’operazione Litorale sicuro insieme Reparto prevenzione crimini di Pescara e alla Questura di Chieti” con uomini in divisa e in borghese. “E’ cresciuto – spiega il dirigente del Commissariato – il numero delle persone identificate, delle perquisizioni e dei veicoli controllati. Cerchiamo di infondere nei cittadini la percezione della sicurezza”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su