vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni 2011, Sel e Prc contro le primarie: "Noi stiamo con Lapenna"

Più informazioni su

VASTO – Le consultazioni iniziano oggi. L’annuncio del Partito democratico di indire le primarie per la scelta del candidato sindaco è una bomba lanciata in acqua. Un botto, ma poi il mare si richiude a coprire tutto. Prudenza è la parola d’ordine. Quella ufficiale.

Ma la sinistra della coalizione già alza le barricate attorno a Luciano Lapenna. Lo fa a poche ore dall’avvio dei faccia a faccia. Oggi pomeriggio Sinistra ecologia e libertà e Rifondazione comunista incontreranno il segretario del Pd, Peppino Forte. L’Italia dei valori è già stata chiara: “Noi – ha detto il segretario, Alfredo Bontempo – non ci saremo. C’è il rischio che alle primarie votino troppi infiltrati. Vigileremo e presenteremo un nostro nome al tavolo delle trattative”.

Rifondazione comunista. Marco Marra non vorrebbe parlare prima di stasera. Ma non si trattiene: “Non vedo perché – sbotta l’assessore alle Politiche sociali – si debba rimettere in discussione tutto il lavoro svolto dall’amministrazione comunale in questi anni, sia pure con i problemi e le difficoltà che non neghiamo”. Assente da Vasto il segretario, Fabio Smargiassi, sarà Marra a rappresentare il Prc nel vertice col Pd. Sosterrà che le primarie non servono, perché il candidato c’è già ed è Luciano Lapenna. “Si sta facendo di tutto – si sfoga – per buttare via quello che è stato fatto. Così si spacca una coalizione e si regalano le elezioni su un piatto d’argento a un centrodestra sfasciato”.

Sinistra ecologia e libertà. Sante Cianci fa espressamente il nome del sindaco: “E’ Lapenna il candidato naturale. Chi è che vuole le primarie? Quali partiti le vogliono? Quando qualcuno ci dirà perché non va ricandidato Lapenna, allora ne discuteremo. Ad oggi, non ci sono le condizioni per andare a un rimescolamento delle carte. Abbiamo già espresso un giudizio sostanzialmente positivo su questa amministrazione comunale. E’ vero, c’è ancora molto da fare. Ma lo si deve fare proseguendo su questa strada”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su