vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Festival dell'ecoscienza, Wwf: "In centinaia al Giardino mediterraneo"

Più informazioni su

SAN SALVO – Da Ines Palena, presidente del Wwf Zona frentana e Costa teatina, riceviamo e pubblichiamo un resoconto di Biodiversamente, il Festival dell’ecoscienza che si è tenuto a San Salvo Marina in contemporanea nazionale:

“Sabato 23 e domenica 24 ottobre il Giardino Botanico del Mediterraneo, di San Salvo marina è stato tra i protagonisti dell’iniziativa nazionale del WWF chiamata “BIODIVERSAMENTE”, il Primo Festival  dell’Ecoscienza, che prevedeva  iniziative speciali per scoprire la biodiversità in musei, orti botanici e acquari di tutta Italia.
 
Le guide volontarie dell’Associazione WWF Zona Frentana e Costa Teatina, insieme al personale della Cooperativa Cogecstre che gestisce il Giardino per conto del Comune di San Salvo, hanno illustrato le peculiarità e la ricchezza dell’ambiente costiero mediterraneo, nel corso delle diverse passeggiate che si sono succedute nelle due giornate.
 
Grande il successo dell’iniziativa che ha visto la partecipazione di centinaia cittadini, i quali hanno potuto anche visitare il Centro informativo del Giardino, in cui è stata allestita una mostra sulla biodiversità in Abruzzo e proiettato il video “L’ultima spiaggia” sulla Riserva regionale Punta Aderci, entrambi molto apprezzati.
Molte sono state le richieste dei visitatori, in particolare provenienti da Vasto e San Salvo, affinchè  siano realizzate attività come questa, anche coinvolgendo le scuole con progetti di educazione ambientale.
 
Un ringraziamento doveroso va alla Cooperativa Cogecstre e in particolare al Comune di San Salvo, che ha voluto credere nel successo dell’iniziativa, intuendo quanto sia importante valorizzare e tutelare le ricchezze del territorio sansalvese.
 
In attesa che questo luogo, già S.I.C (Sito di Importanza Comunitaria), entri a far parte dell’istituendo Parco Nazionale della Costa Teatina, si auspica che iniziative come queste possano ripetersi, come sollecitato dai cittadini stessi, e che venga garantita una maggiore vigilanza sulle strutture e sui beni ambientali del Giardino, purtroppo oggetto in passato di atti vandalici e danneggiamenti”.
 

Più informazioni su