vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Villaggio Siv, città satellite: ecco il progetto su cui deciderà il Consiglio

Più informazioni su

VASTO – Riapproderà in Consiglio comunale il 3 e il 4 novembre, rispettivamente in prima e in seconda convocazione, alle 8 e alle 9, la votazione sul piano di lottizzazione in località Colle Pizzuto, argomento che, come si ricorderà, lo scorso 19 ottobre, il sindaco Luciano Lapenna aveva ritenuto opportuno ritirare per le poche presenze in aula dei consiglieri. Ma cos’è questo Piano integrato di intervento in area Colle Pizzuto proposto all’attenzione dell’assise civica? Il progetto, di cui siamo entrati in possesso, prevede la realizzazione, su circa 50 ettari di terreno, di una sorta di cittadella satellite, destinata ad accogliere almeno 3mila persone, in prossimità di San Salvo (ndr, motivo per cui il sindaco di Salvo, Gabriele Marchese, ha chiesto chiarimenti e il coinvolgimento del proprio Comune), a ridosso dall’area dove dovrebbe vedere la luce il nuovo ospedale comprensoriale.

Il progetto in questione porta la firma della società vastese Sgm srl, di Giuseppe e Mario Soria, che ha chiesto il coinvolgimento di una grossa finanziaria romana, visto l’ingente investimento di capitali necessario per realizzare il piano di lottizzazione: ben 150 milioni di euro. Sono 14 le tipologie di interventi previsti: 1) edilizia libera, 2) edilizia convenzionata, 3) impianti sportivi, 4) albergo, 5) casa di riposo (questi ultimi due posizionati proprio dinanzi al futuro ospedale), 6) asilo e scuola elementare, 7) completamento del Villaggio Siv, 8) edificio di culto, 9) zona commerciale per la media distribuzione, 10) area per un parco fotovoltaico, 11) centro polifunzionale e parco, 12) area didattica, 13) stazione di servizio, 14) stazione autolinee. La maggior parte dei terreni su cui realizzare la cubatura necessaria per i menzionati interventi è di proprietà della Sgm (che assicura il coinvolgimento di manodopera locale), la restante parte, che la società dovrebbe acquisire, è di proprietà comunale. Le opere di urbanizzazione pubblica (a carico della Sgm srl e a favore del Comune) da progetto sono stimate nell’ordine di 19.730.656,37 euro, di cui 215.659,51 euro per la stazione di autolinee. Resterebbero a carico del Comune la supervisione e il collaudo delle opere. Il Piano integrato di intervento in area Colle Pizzuto è stato presentato all’Ufficio Urbanistica del Comune in data 10 novembre 2008.

Ma quanto guadagnerebbe il Comune di Vasto dal piano di lottizzazione nell’area di Colle Pizzuto? La proposta formulata dalla Sgm srl parla di un importo complessivo di 30.980.656,37 euro tra valore delle opere a carico della società e a favore del Comune e denaro contante che la Sgm dovrà corrispondere al Comune stesso entro 5 anni dall’approvazione del progetto, da realizzarsi in 10 anni. In particolare, relativamente al denaro contante, la società ha indicato una somma di 3.250.000 euro per l’acquisizione di aree comunali per circa 6 ettari di terreno (le stesse che il Comune ha messo all’asta per 20 euro al mq e che la Sgm comprerebbe a 50 euro al mq) e un importo minimo di 3 milioni di euro per gli oneri concessori relativi all’edilizia residenziale e commerciale.

Paola Cerella

Più informazioni su