vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Botte in piazza, due feriti. Pescatore preso a bottigliate

Più informazioni su

VASTO – Guarirà in 20 giorni il pescatore 32enne di origini tunisine colpito da una bottigliata in testa durante la rissa scoppiata ieri sera in piazza Rossetti, a Vasto. Quando erano passate le 23, una discussione si è trasformata in un violento litigio. Nel giro di pochi minuti i tre protagonisti della vicenda sono passati alle vie di fatto. 

Altre persone, il cui numero non è stato ancora quantificato con precisione dai carabinieri, sono state coinvolte nel diverbio scoppiato nel cuore della città. In base alla ricostruzione dei fatti operata dai militari della caserma di piazza Dalla Chiesa, al culmine della lite un giovane vastese ha fatto partire una bottigliata all’indirizzo di uno degli altri due litiganti, un trentaduenne e un trentenne originari della Tunisia, ma da anni residenti a Vasto, dove hanno acquisito la cittadinanza italiana e lavorano come pescatori. All’ospedale sono finiti entrambi. Il primo dopo essere stato colpito alla testa. I medici del pronto soccorso del San Pio da Pietrelcina non hanno riscontrato fratture, ma una ferita al volto e contusioni giudicate guaribili in 20 giorni. Anche il trentenne è stato condotto in ospedale in ambulanza dopo aver riportato delle contusioni. I tre sono stati identificati dai carabinieri che, in mancanza di denunce sporte dai protagonisti dell’episodio, non possono procedere d’ufficio ad aprire un’indagine, consentita dalla legge solo nel caso in cui la prognosi superi i 20 giorni.

 

Più informazioni su