vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Costruire la città satellite a Colle Pizzuto? Il 9 dibattito pubblico

Più informazioni su

VASTO – Il progetto di città satellite spiegato ai vastesi. Il dibattito pubblico deciso il 4 novembre dal Consiglio comunale si terrà giovedì, 9 dicembre, alle 16.30, nell’auditorium della chiesa di San Paolo.

Dopo polemiche e traccheggiamenti, la politica deve prendere una decisione sul piano di lottizzazione riguardante località Colle Pizzuto, presentato dalla società Sgm di Giuseppe e Mario Soria.

Un progetto da 150 milioni di euro, con complesso residenziale per 3mila persone, campi sportivi e locali commerciali della media distribuzione. Il tutto vicino al Villaggio Siv (il piano parla, infatti, della riqualificazione del quartiere al confine con San Salvo) e nella zona del futuro ospedale. Per gli ambientalisti, una spaventosa colata di cemento. Per gli ideatori del progetto, un’opportunità di sviluppo e riqualificazione dell’area meridionale della città.

La questione era approdata due volte in Consiglio comunale tra ottobre e novembre. Alla fine, a maggioranza, era passata la linea del coinvolgimento della popolazione su una scelta urbanistica di forte impatto e che produrrà conseguenze sullo sviluppo futuro delle due città.

La città satellite. Unire Vasto e San Salvo per creare una sorta di area metropolitana era stata un’ipotesi avanzata per la prima volta nel 1974 da Kisho Kurokawa, l’illustre urbanista giapponese che era stato chiamato dall’amministrazione Notaro a tracciare le linee di sviluppo della città. Poi non se ne fece nulla. Fino a quando, negli anni Ottanta, si parò insistentemente del cosiddetto progetto Sigma-Siv. Ora la questione torna a galla.

L’appuntamento di giovedì ha un titolo lunghissimo: “Presentazione del programma integrato di intervento di Colle Pizzuto. Una città giardino posta come cerniera tra Vasto, San Salvo, Cupello e il nuovo ospedale interregionale”. Interverranno il sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, il dirigente del settore Urbanistica del Comune, Alfonso Mercogliano, e gli architetti Gianluigi Bocchetta e Rocco Guerriero.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su