vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Auto a fuoco: secondo incendio doloso, la vittima è la stessa

Più informazioni su

SAN SALVO – Secondo incendio doloso ai danni della stessa vittima a San Salvo. Nella notte è andata a fuoco la Renault Megane Cabrio di D.M., 67 anni, titolare del bar L’Angolo Rainbow di San Salvo Marina, cui fu appiccato il fuoco nella notte tra il 6 e il 7 novembre scorsi. Indagano i carabinieri.

L’auto bruciata. Un nuovo, inquietante rogo ha funestato la notte del primo dell’anno. Nel centro abitato di San Salvo, in via delle Rose, i bagliori delle fiamme svegliano i residenti.

L’allarme scatta intorno alle 3.15. I carabinieri, impegnati in un ordinario giro di pattugliamenti, arrivano sul posto e allertano il 115. Intanto, con un estintore, evitano il propagarsi dell’incendio. Alla fine, i danni alla vettura saranno limitati. Resta il fatto preoccupante. E’ la seconda volta che nel mirino degli ignoti finisce il sessantasettenne sansalvese. Agli inizi di novembre, nella notte tra il 6 e il 7, il primo incendio doloso: qualcuno aveva sfondato la vetrata e messo fuoco all’ingresso del suo bar di San Salvo Marina.

Sul fatto indagano i militari della Stazione di San Salvo e i loro colleghi del Nucleo operativo di Vasto. Hanno sentito il proprietario della macchina, che ha riferito loro di non aver ricevuto minacce. Le indagini, già aperte a seguito del primo episodio, si ampliano con un altro, inquietante capitolo.

Il precedente del 7 novembre. E’ di origine dolosa l’incendio che la notte scorsa ha dannaggiato il bar L’Angolo di Rainbow a San Salvo Marina. Dopo aver praticato un foro nella porta a vetri del locale, dove si trovano anche edicola e ricevitoria, gli ignoti hanno versato all’interno del liquido infiammabile e poi dato fuoco.

Le fiamme hanno annerito pavimento e pareti del bar prima che i vigili del fuoco, accorsi sul posto, domassero l’incendio. I danni ammontano ad alcune migliaia di euro. Sul posto, una traversa di
Via Vespucci parallela alla Statale 16, sono giunti i carabinieri del nucleo operativo radiomobile e della scientifica della compagnia di Vasto che hanno avviato le indagini. Il titolare del bar di piazzale Verrazzano è D.M., 67 anni, di San Salvo. “Ho aperto 7 anni fa. Poi, da un anno, ci siamo trasferiti, spostandoci solo di qualche decina di metri. Ma non è mai successo nulla prima d’ora”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su