vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Laura e Giada, stelle vastesi del beach volley internazionale /Foto

Più informazioni su

VASTO – Sono le campionesse under 18 di beach volley in carica, giocano nella San Gabriele Volley e partecipano e raduni con le nazionali giovanili. Dopo la vittoria del Trofeo delle regioni Laura Delli Quadri, 17 anni,  ha rappresentato l’Italia agli europei in Portogallo e ai mondiali in Turchia. Giada Innocenti, 16 anni, nonostante la giovane età, è già incappata in brutti infortuni, dai quali si sta riprendendo con tanta determinazione. Il loro affiatamento, oltre che sul campo, è ben visibile anche fuori. Più di una volta hanno risposto all’unisono alle domande.

A che età avete iniziato a giocare?
Giada: 10 anni
Laura: 7 anni

Il primo ricordo bello legato alla pallavolo?
G e L
: Il ricordo è comune: la vittoria del Trofeo dell’Adriatico, con l’under 13.

Un avvenimento che ha segnato il vostro percorso sportivo fino ad ora?
G
: Il raduno giovanile con il Club Italia, a Roma
L: Le esperienze alle fasi nazionali con l’under 14 e l’under 16. Ora spero di poterci tornare con l’under 18!

Siete impegnate sia nel beach volley che nell’indoor. Arriverà il moemento di specializzarsi?
G
: Ci sto già pensando da un po’ e molte cose mi portano verso la specializzazione nel beach volley.
L: Mi hanno consigliato di fare presto questa scelta. Però sto rimandando e spero di doverlo fare il più tardi possibile.

La vittoria al trofeo delle Regioni in Calabria cosa vi ha lasciato?
G
: è stata una cosa mai provata, frutto del grande lavoro di tre anni insieme a Maria Luisa Checchia. Sinceramente non mi sarei mai aspettata di vincere.
L: Davvero giorni fantastici. Già conquistare la finale era un risultato insperato, vincere poi, è stata un’emozione immensa.

La prima cosa che avete pensato quando avete messo a segno il punto decisivo?
G: Pensato? E chi ci riusciva? Mi sono buttata addosso a Laura e Maria Luisa (Checchia, la loro allenatrice, ndr)!
L: Anche io non ho avuto pensieri lucidi. Continuavo a gridare “Non ci credo!” e poi sono scoppiata a piangere con Maria Luisa e Giada.

La prima persona a cui avete pensato?
G e L: Ettore Marcovecchio e Maria Luisa, i nostri allenatori.

Com’è il vostro rapporto?
L: All’inizio non eravamo molto legate. Giada è arrivata un po’ più tardi in squadra, ma grazie a queste esperienze condivise insieme siamo diventate davvero molto unite.
G: Siamo molto affiatate in campo e grandi amiche. Prima la vedevo nel gruppo delle ragazze più grandi e già unite tra di loro, mentre ora abbiamo davvero un bel feeling.

Descrivetevi a vicenda.
L
: Giada è una perfettina! E’ calma e tranquilla, ma in campo, nei momenti decisivi, tira fuori un carattere e una grinta straordinari.
G: Laura è pazza! Scherzo… è molto solare e divertente. E’ davvero stupenda, sia dentro che fuori.

Come conciliate sport e scuola? (e qui, momenti di panico, visto che all’intervista assistono anche i genitori!)
G
: La prossima domanda? No dai, cerco di studiare sempre prima degli allenamenti e di anticiparmi più cose possibili.
L: Ormai è una routine a cui sono abituata. Studio-allenamento-studio. E se non basta la mattina ci alziamo presto!

Quando siete diventate campionesse nazionali le vostre compagne come vi hanno accolto?
G e L
: ci hanno festeggiate tantissimo, già da quando siamo tornate a Vasto con la coppa. Ci hanno sempre seguito e supportato. Sarebbero volute venire in Calabria con noi per fare il tifo!

Se guardate al vostro futuro nella pallavolo come lo vedete?
L
: E’ da quando sono piccola che gioco. Anche quando si tratterà di andare all’università farò conciliare lo studio con la pallavolo. Poi c’è il beach, che resta sempre una grande passione. Vediamo cosa succede.
G: Nonostante i dolori e le operazioni subite (anche oggi era con un ginocchio gonfio, ndr) non mollerò mai. E spero davvero di poter arrivare lontano.

Si guardano un attimo e aggiungono “Insieme!”

Le vostre altre passioni oltre alla pallavolo?
L
: Musica, ne ascolto davvero tanta, in particolare prima delle partite.  E poi mi piace leggere.
G: Anche a me piace molto ascoltare musica, e poi cantare a squarciagola con le compagne sotto la doccia.

Un’altra passione? Siamo fan…della Nutella! Anche se ora che lo legge Ettore siamo spacciate!

Non resta che augurare a Laura e Giada di continuare questo brillante percorso che hanno intrapreso così da conquistare nuovi successi e portare in alto il nome di Vasto.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su