vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tagli alla sanità del Vastese, se ne discute in Parlamento

Più informazioni su

VASTO – Approda in Parlamento questione tagli alla sanità abruzzese, che sta privando di posti letto e servizi anche e soprattutto Vasto e il Vastese. “La sostituzione del commissario ad acta, Giovanni Chiodi”: è la richiesta che il senatore Giovanni Legnini (Pd) rivolge ai ministri dell’Economia, Giulio Tremonti, e della Salute, Ferruccio Fazio, in un’interrogazione parlamentare a loro indirizzata.

“I suoi atti – sostiene l’esponente del Partito democratico – sono nulli, in quanto adottati in carenza assoluta di potere – continua il senatore – e sono anche addirittura dannosi perché non assicurano i cittadini i Lea (livelli essenziali di assistenza). In più hanno prodotto maggiori costi, anziché economie, a causa della maggiore spesa per la mobilità passiva. Per un commissario che doveva vigilare sul Piano di rientro, sarebbe un fallimento su tutta la linea: ne stanno pagando le conseguenze soprattutto i cittadini delle zone interne già disagiate, ma anche quelli della costa”. Il riferimento specifico è a Vasto, dove al San Pio da Pietrelcina il piano di riordino previsto dalla Regione ha eliminato 40 posti letto, mentre alcune unità operative rischiano il declassamento da complesse a semplici.

“Chiodi – rincara Legnini – ha tagliato sei ospedali”, tra cui quello di Gissi, “spacciando come riordino della rete ospedaliera una serie di scelte illegittime, non prudenziali ed economicamente irragionevoli”. E poi sottolinea: “Il commissario può solo vigilare sul piano di rientro dai debiti. Lo ha riconosciuto anche la Corte costituzionale: la potestà legislativa non spetta ai commissari”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su