vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Udc rompe col Pdl dopo le frasi di Berlusconi. Sigismondi: "Ripensateci"

Più informazioni su

VASTO – Berlusconi ha detto: “Fuori l’Udc da tutte le Giunte a guida Pdl”. Questa frase sposta gli equilibri politici anche a Vasto, dove le alleanze sono ancora un rebus e i candidati sindaci dei poli ufficiali sono ancora da scegliere. E’ il segretario cittadino dei centristi, Roberto Laccetti, ad annunciare che il partito di Casini, “interrompe il dialogo con il Pdl locale” e la prossima settimana “riunirà il direttivo cittadino per decidere la strada da intraprendere alle prossime elezioni comunali”.

Una tegola che cade coordinamento del Pdl, che pure da settimane cerca un’intesa con l’Udc nel tentativo di costruire un’alleanza alternativa al centrosinistra che amministra la città. I vertici locali dei due partiti si erano anche ritrovati attorno a un tavolo per avviare il dialogo. Ma ora la frase pronunciata dal presidente del Consiglio ha l’effetto di un terremoto su equilibri che erano già tutti da verificare.

La replica. “Credo che il comunicato di Roberto Laccetti sia stato scritto un po’ di getto”, getta acqua sul fuoco Etelwardo Sigismondi, coordinatore del Pdl di Vasto. “Semmai, dopo le dichiarazioni di Berlusconi, noi avremmo potuto chiudere il dialogo. Ma non abbiamo intenzione di farlo, perché crediamo in un centrodestra unito. Se ci dividiamo, facciamo un regalo al centrosinistra. A Laccetti – conclude Sigismondi – dico che bisogna scindere la situazione nazionale da quella locale”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su