vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pd, probabili le primarie. Lapenniani sul piede di guerra

Più informazioni su

VASTO – Ore di grande tensione, quelle che precedono l’ennesima riunione del Pd. Ma è quella della scelta, dopo il faccia a faccia di ieri tra i segretari regionali dei partiti del centrosinistra. Il tempo è scaduto. Camillo Di Giuseppe, Giovanni Legnini e Camillo D’Alessandro, i tre commissari straordinari nominati dal segretario regionale Silvio Paolucci per risolvere il caso Vasto, hanno convocato gli eletti alle amministrative del 2006 e i due protagonisti del braccio di ferro che ha diviso in due tronconi il Partito democratico: Luciano Lapenna e Peppino Forte.

I lapenniani sono sul piede di guerra. Sono pronti anche alla spaccatura, nel caso in cui dovesse prevalere la linea delle primarie, a cui punta il presidente del Consiglio comunale, che il 12 febbraio ha sfidato il sindaco per la nomination in vista delle elezioni di maggio.

L’appello. Quasi nessuno vuole parlare. Domenico Molino, che sta dalla parte di Forte, lancia un appello: “Mi auguro che dalla riunione esca una vittoria di tutto il Pd e che gli effetti delle primarie di Torino riescano a ricreare entusiasmo. Spero che il confronto sia sereno e democratico. E che sia utile a tenere unito il partito”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su