vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Iannone, vittoria a Jerez e primo posto nel mondiale

Più informazioni su

JEREZ DE LA FRONTERA (SPAGNA) – Questa volta la rimonta di Iannone raggiunge la perfezione. Vince alla grande, sfatando nel migliore dei modi il tabù-Jerez , pista non gradita dal pilota ma sulla quale oggi è riuscito a conquistare il gradino più alto del podio. Podio che è completato dallo svizzero Thomas Luthi in seconda posizione e Simone Corsi in terza.

Come ci ha ormai abituati, IAN 29  è stato autore di un’altra rimonta incredibile, unico neo della sua Suter sembra essere l’assetto per la qualifica che ha ancora qualcosa da migliorare. Gara molto spettacolare e condizionata da una pioggia di media intensità che ha reso l’asfalto molto viscido, ma che il pilota vastese è riuscito a dominare senza molti problemi.

Scattato dall’undicesima casella in griglia, Iannone ci ha messo un paio di giri per prendere confidenza con l’asfalto e poi ha cominciato a martellare con ritmo insostenibile per gli altri compiendo una serie di sorpassi puliti e spettacolari che l’hanno portato in seconda posizione all’inizio del quinto passaggio sul traguardo.

“Sono molto felice perché a Jerez non ero mai riuscito ad avere dei buoni risultati- ha dichiarato Iannone a fine gara-. Questa volta ci siamo guadagnati il primo gradino del podio, ed è una grande soddisfazione. La pioggia ha cambiato notevolmente la situazione ma, nonostante la gara fosse bagnata, è andato tutto per il meglio e ci sono stati i risultati che speravamo. All’inizio della gara ero un po’ in difficoltà, poi però sono riuscito a superare vari piloti, fino a raggiungere Tom Luthi. Da lì sono passato in testa e ho fatto il possibile per creare un buon gap. Sono riuscito a guidare tranquillo e ho fatto il mio passo, il gap è stato fondamentale per la vittoria. Ci tengo a ringraziare la squadra e tutti quelli che lavorano con me, è stato un weekend lungo ma alla fine siamo riusciti ad arrivare dove volevamo”.

Poi ci sono voluti un paio di giri per colmare il gap con Luthi in prima posizione in quel momento ma, una volta sopravanzato, Andrea ha ripreso il suo ritmo e ha concluso la gara con più di tre secondi di vantaggio. Il ventunenne pilota vastese ,sembra avere un passo in più rispetto alla concorrenza, che sia l’anno della sua consacrazione? Questa è la speranza di tutti noi, del team SpeadMaster, costruito attorno a lui ed in particolare di papà Regalino e di Uccio Salucci.

Con il primo sigillo stagionale e con i primi 25 punti messi in tasca, Iannone si porta in testa al mondiale a quota 45. Ora non resta che darci appuntamento il 1 Maggio con il terzo appuntamento del mondiale a Estoril, per il Gran Premio di Portogallo.

Andrea Scampoli

Più informazioni su