vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il Liceo scientifico "Mattioli" ricorda Davide Centofanti

Più informazioni su

VASTO – Sono già due anni dalla terribile notte del 6 aprile 2009; sembra passato meno tempo da quei pochi secondi riusciti a rovinare intere vite, famiglie, speranze, sogni. Di certo sono ricordi ancora vivi in noi, tanto forte è stata la commozione di fronte a immagini di macerie, pianti e soprattutto nomi: 309 nomi di persone innocenti che sotto quelle macerie hanno lasciato la vita.

Pur non conoscendo il viso o l’anima che quei nomi celano, questi suscitano ugualmente confusione e sgomento nei vastesi come in tutta Italia; sapendo poi che dietro un elenco che sembra interminabile ci sono anche due occhi già visti, un nome già sentito e un animo già conosciuto, tutte quelle emozioni sono amplificate.La rabbia per una storia troppo ingiusta e il dolore per una famiglia troppe volte messa alla prova dalla vita non sono scomparse in questi due anni: tutti i vastesi sono ancora vicini al ricordo di Davide Centofanti e ai suoi famigliari.

Davide frequentava il Liceo Scientifico R.Mattioli e la sua scuola ne mantiene vivo il ricordo. L’anno scorso la palestra dell’istituto era stata intitolata a lui e alla sua memoria. Quest’anno una delle sue grandi passioni, la pallavolo è stata impressa su una parete, con un murales realizzato dagli alunni Giovanni Orlando e Andrea Berardi. Sul muro le parole di una poesia, scritta da Anna Di Bussolo, che dice: “A voltarsi… ci osservi ancora appena assorto, con il tuo lieve sguardo azzurro”. Poi il ricordo è stato affidato al campo da pallavolo, con un torneo misto, ragazzi e ragazze, tra gli studenti del Liceo, organizzato da Orsolina Colonna. Oggi, in questo primo incontro sperimentale erano solo due le squadre in campo, ma dal prossimo anno saranno tanti di più i ragazzi che giocheranno in questo Memorial dedicato a Davide.

Tra un salto, una battuta e un punto il suo ricordo ha acceso il gioco degli alunni e i nuovi colori di una parete che per sempre accenderà un pensiero per Davide.

Mariangela Potente

Più informazioni su