vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Evasione fiscale da 18 milioni, 5 denunce. Controlli all'estero

Più informazioni su

VASTO – Sono sempre di più anche a Vasto i furbi che non pagano le tasse. Lo dicono i controlli fiscali della Guardia di finanza, che nei primi tre mesi del 2011 ha accertato un’evasione fiscale per 18 milioni di euro tra imprenditori e commercianti. Cinque titolari aziende del Vastese sono stati denunciati per reati finanziari. In alcuni casi, per ricostruire il percorso del denaro, gli uomini del capitano Luigi Mennitti hanno dovuto eseguire verifiche internazionali, necessarie a scovare i capitali emigrati all’estero, nei cosiddetti paradisi fiscali.

I finanzieri “hanno intensificato – spiega il capitano Luigi Mennitti – l’attività di contrasto all’evasione concludendo nel primo trimestre dell’anno 19 verifiche sostanziali e 24 controlli nei confronti di imprese e professionisti”, spiega il comandante della Compagnia di Vasto delle Fiamme gialle. I militari hanno scoperto ricavi e compensi evasi per oltre 13 milioni di euro, più costi indeducibili per circa 2 milioni, Iva e Irap evase per cifre che ammontano a 2 milioni e 100mila euro, e a circa 700mila euro. “Il nostro lavoro – spiega Mennitti – svolto anche con l’ausilio dei più moderni sistemi di monitoraggio ed analisi, nonché delle indagini finanziarie, rese ancor più celeri ed incisive dalla piena informatizzazione delle stesse e dalla costituzione dell’Anagrafe dei rapporti, prosegue soprattutto nelle investigazioni di carattere patrimoniale, tese ad individuare i beni e le disponibilità degli evasori sui quali l’erario potrà far valere il proprio credito anche mediante la confisca prevista dalla legge finanziaria del 2008”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su