vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cgil, i vertici si riuniscono in Val Sinello, simbolo della crisi

Più informazioni su

VASTO – E’ dal Vastese che la Filctem-Cgil rilancia la questione lavoro in una provincia, quella di Chieti, in cui le emergenze occupazionali sono tante anche nei settori chimico, dell’abbigliamento e dei settori di pubblica utilità come acqua, gas ed energia.

Il comitato direttivo della Filctem di Chieti si è riunito a Gissi “per discutere della situazione produttiva ed occupazionale delle aziende del settore e per preparare lo sciopero generale del 6 maggio 2011”, spuega il segretario provinciale, Giuseppe Rucci.
“La scelta di svolgere la riunione a Gissi è stata determinata dalla volontà di discutere e rendere consapevoli tutti i componenti della drammaticità produttiva ed occupazionale che sta vivendo la Val Sinello afflitta da pesanti crisi industriali che rischiano di lasciare senza lavoro centinaia di lavoratrici e lavoratori, impoverendo tutto il territorio e innescando processi di ulteriore spopolamento delle zone interne”.

Le iniziative – La Cgil “impegna tutti i suoi componenti, la segreteria, le Rsu ed i comitati degli iscritti aziendali a condurre tutte le azioni necessarie per la migliore riuscita dello sciopero.
In particolare: promuovere una campagna straordinaria e capillare di assemblee nei luoghi di lavoro, partecipare attivamente alle iniziative confederali e di categoria di promozione dello sciopero, realizzare una diffusione capillare del materiale di propaganda dello sciopero, partecipare massicciamente alla manifestazione provinciale che si terrà a Lanciano”.

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su