vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Processione del Venerdì Santo nelle strade gremite / Foto

Più informazioni su

VASTO – Una folla strabocchevole ha riempito le vie del centro storico di Vasto in occasione della processione del Venerdì Santo. L’aria primaverile ha spinto tantissimi vastesi a partecipare a uno dei riti più sentiti del Triduo pasquale. Celebrazione presieduta da don Stellerino D’Anniballe, parroco di San Pietro. Il lungo serpentone è partito dalla chiesa di Sant’Antonio per arrivare in piazza Diomede, davanti alla cattedrale di San Giuseppe.

Le ricorrenze – Il Triduo Santo, con la passione, morte e resurrezione di Gesù, è il centro dell’anno cristiano. La tradizione da sempre è andata di pari passo con la religione. Sono i giorni delle celebrazioni più intense dell’anno, con rituali significativi.

Ieri, Giovedì Santo, si è celebrata la Messa in Coena Domini, con la Lavanda dei piedi, per ricordare i gesti compiuti da Gesù prima di essere arrestato. Nelle chiese della città sono stati allestiti gli Altari della reposizione, in cui vengono deposte le ostie consacrate durante la Messa. Nella tradizione, questi altati vengoni chiamati Sepolcri (anche se in realtà Gesù muore il venerdì pomeriggio), e c’è l’usanza di fare il giro delle Chiese per visitarli. Anche ieri sera tanti fedeli hanno girato il centro storico e le altre Chiese.

Oggi, Venerdì Santo, per la Chiesa è il giorno del silenzio. Non si celebrano Messe, non si suonano le campane. Nel pomeriggio si celebra l’Adorazione della Croce, per rivivere la morte di Gesù. Poi, in serata, la solenne Processione del Cristo Morto che, partendo da S.Antonio in S.Pietro, porterà i simboli della Passione e Morte, e la statua del Cristo Morto, per le vie del centro storico.

Domani, Sabato Santo, ci sarà la processione con la statua della Madonna Addolorata, con il Cristo morto in braccio. Proprio dalla Chiesa dell’Addolorata si snoderà questa processione, caratteristica della nostra città.

Poi, domani serà, sarà il momento della Veglia Pasquale, che precederà la celebrazione della Messa della Risurrezione di Gesù.

Tanti appuntamenti da vivere per i cristiani e anche per le persone che si troveranno ad assistere alle processioni pur non vivendone l’aspetto di fede.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su