vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

ApV all'attacco su multipiano e Giunta. "Lapenna parte male"

Più informazioni su

VASTO – “Il secondo mandato di Luciano Lapenna parte male”. Subito all’attacco Nicola Del Prete, Alleanza per Vasto, Alleanza per l’Italia e Futuro e libertà. Smaltita la sconfitta elettorale, il Nuovo polo polemizza con il sindaco confermato e il centrosinistra. Due le questioni calde: le trattative farraginose per la formazione della nuova Giunta e il parcheggio multipiano di via Foscolo.

L’occasione per iniziare a fare opposizione è l’ufficializzazione delle nomine di Francescopaolo D’Adamo e Maurizio Santulli a coordinatori di ApV e ApI. “Era necessario consentire a un’altra persona di occuparsi del movimento civico”, dice Davide D’Alessandro, consigliere comunale e coordinatore uscente di Alleanza per Vasto. “Francescopaolo D’Adamo è la persona giusta per operare nel segno della continuità, con la giusta esperienza e fantasia politica”.

“Saremo una spina nel fianco dell’amministrazione comunale. Apriremo una sede adeguata al nostro movimento politico e avremo in Consiglio comunale un gruppo autonomo. Saremo l’asso di mazze”, dice il subentrante. “Faremo un’opposizione senza sconti, ma aperta al dialogo, se l’amministrazione farà qualcosa di buono”, sintetizza Santulli.

La Giunta – D’Alessandro attacca sulla nuova Giunta e le difficili trattative del centrosinistra, con Lapenna impegnato a far fronte alle richieste dei partiti di una coalizione in cui nessuno sembra voler fare un passo indietro. “Se avesse vinto Della Porta – commenta – sarebbe operativo già da 10 giorni. Stiamo assistendo a uno spettacolo indecoroso. Dalla riforma degli anni Novanta, il sindaco ha tutti i poteri per scegliere da solo la Giunta, che a Lanciano e Francavilla è già stata ufficializzata”.

Il multipiano – “Auspichiamo che i prezzi rimangano quelli attuali. Ma siamo sotto la benevolenza del gestore”, sottolinea La Rana riguardo al parcheggio multipiano di via Foscolo, dopo la gara d’appalto con cui il Comune ha affidato in gestione la struttura da 330 posti auto all’impresa De Francesco di Castelpetroso (Isernia), la stessa che nel 2010 ha realizzato l’opera pubblica, attesa da quasi 40 anni.

“Il canone che l’impresa dovrà versare al Comune è irrisorio: 12mila euro l’anno. A Ferragosto o a San Michele si incassano più soldi in un giorno solo”, sostiene D’Alessandro.

La De Francesco valuta in 150 auto al giorno la presenza media all’interno del parcheggio di via Foscolo dopo il primo anno di gestione provvisoria.

“In questa gara – polemizza Del Prete – c’è un’assoluta mancanza di trasparenza. Avevano già deciso in partenza a chi affidare la gestione del multipiano. Per questo, avevamo chiesto l’annullamento del bando in autotutela. Il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa incide in minima parte: 15 punti. I restanti 85 sono assegnati in base alle proposte del gestore per il miglioramento della struttura. Sarà possibile realizzare 12 info-point, 12 chioschi, 12 edicole, 200 postazioni per la pubblicità. Il tutto senza che il Comune emani appositi bandi di gara e senza licenza edilizia, come accaduto al pub del palasport. I guadagni andranno tutti al privato. Anche in questo caso, stiamo assistendo alla privatizzazione di un’opera pubblica”.

Secondo Del Prete, “è un’operazione vergognosa e scandalosa. Valuteremo attraverso dei legali questo bando, che non tutela l’interesse pubblico”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su