vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pd, Di Giuseppe conferma: Tiberio sarà assessore

Più informazioni su

VASTO – Saranno Vincenzo Sputore, Lina Marchesani e Nicola Tiberio i tre assessori del Partito democratico nella futura Giunta Lapenna.

Tiberio ha vinto il testa a testa con Francesco Menna. Lo conferma il segretario provinciale del Pd nella conferenza stampa successiva al vertice di ieri, quando nella sede di piazza del Popolo hanno discusso le varie anime di un Pd che ha trovato faticosamente la quadratura. Peppino Forte sarà presidente del Consiglio comunale.

Le dichiarazioni – “In seguioto alla riunione degli eletti Pd e del sindaco, abbiamo ritenuto di dover sciogliere le ultime questioni aperte: rinunciare alla carica di vice sindaco per consentire alla coalizione di essere unita da subito. Carica ceduta all’Idv. Sputore farà un passo indietro, sarà il capo della delegazione del Pd nella nuova amministrazione e coordinerà il lavoro degli assessori. Abbiamo indicato anche il nome per la presidenza del Consiglio comunale. Sarà Peppino Forte. Il partito ha anche chiesto a Francesco Menna di fare un passo indietro per consentire a Lapenna di far partire subito la nuova Giunta. Smentiremo sabato, nel primo Consiglio comunale, gli scetticismi. Non dovremmo avere problemi nel risolvere tutto in 2-3 giorni”.

Tiberio – “Continuità amministrativa”. E’ questa l’espressione utilizzata da Di Giuseppe per spiegare il motivo per cui la scelta è ricaduta su Tiberio, facendo prevalere la necessità di trovare “equilibri interni”.

Il comunicato – Il segretario provinciale e commissario straordinario per Vasto ha letto ai giornalisti il comunicato concordato ieri sera, al termine della riunione: “Al fine di superare le problematiche interne al Pd e di raggiungere equilibri che garantiscano efficacia al governo cittadino, il Partito democratico, con tutti i suoi rappresentanti istituzionali, ha chiesto a Francesco Menna di fare un passo indietro. Menna rappresenta una risorsa preziosa sulla quale il Pd abruzzese intende puntare e che intende valorizzare”. 

Il commento – Dopo aver letto il comunicato, Di Giuseppe commenta la situazione e la scelta compiuta al termine del summit: “Credo che la base elettorale di Francesco Menna gli abbia richiesto di avanzare la sua candidatura per un assessorato. Questa non è una bocciatura. Menna avrebbe avuto i titoli, il consenso degli elettori e le qualità per fare l’assessore, ma il numero di posti in Giunta è limitato”.

Le divisioni – Il leader provinciale del Pd, nonostante le difficoltà a far quadrare i conti dentro il circolo di Vasto, sostiene che “da oggi, il Partito democratico è unito e non esistono più distinzioni tra fortiani e lapenniani”. I prossimi mesi diranno se le frizioni sono in via di superamento.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su