vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Gaspari, le tappe della carriera politica: 16 volte ministro

Più informazioni su

GISSI – Remo Gaspari è nato a Gissi il 10 luglio 1921, laureato in Giurisprudenza.

La sua carriera politica (tratta dal libro di Valeria Masciantonio – Remo Gaspari. Storia di un italiano)

1944. Remo Gaspari si iscrive alla Democrazia Cristiana
1945. A partire da gennaio è segretario della sezione DC di Gissi e componente del comitato provinciale di Chieti
1948. Diventa vicesegretario provinciale della Democrazia Cristiana
1945. Viene eletto sindaco di Gissi, carica che manterrà fino al 1955. Sarà proclamato nuovamente primo cittadino del suo paese natale dal 1976 al 1994
1953. Eletto deputato con 30.683 voti
1957. Presidente della Commissione Provinciale dell’Artigianato, poi assumerà la presidenza della Commissione Regionale.
1958. Eletto deputato con 43.079 voti
1960. Il 26 febbraio viene nominato Sottosegretario alle Poste nel terzo Governo Fanfani e mantiene l’incarico fino al 2 febbraio del 1962
1962. Dal 21 febbraio Sottosegretario all’Industria nel quarto Governo Fanfani (fino al 16 maggio del 1963)
1963. Eletto deputato con 98.130 voti. Dal 21 giugno Sottosegretario alle Poste nel Governo Leone (fino al 5 novembre dello stesso anno). Dal 4 dicembre Sottosegretario alle Poste nel primo Governo Moro (fino al 26 giugno 1964).
1964. Il Congresso della Dc lo elegge consigliere Nazionale del Partito, carica che gli sarà confermata nel Congresso di Milano del 1967 e in tutti quelli successivi. Dal 22 luglio è Sottosegretario alle Poste nel secondo Governo Moro (fino al 21 gennaio 1966)
1966. Il 23 gennaio viene nominato Sottosegretario all’Interno nel terzo Governo Moro (fino al 5 giugno 1968)
1968. Eletto deputato con 141.927 voti. Dal 24 giugno al 19 novembre è Sottosegretario all’Interno nel secondo Governo Leone. A partire dal 12 dicembre ricoprirà lo stesso incarico nel primo governo Rumor e fino al 5 luglio 1969
1969. Ministro dei Trasporti nel secondo Governo Rumor (fino al 7 febbraio 1970)
1970. Il 6 luglio viene nominato Ministro della Riforma Burocratica nel terzo Governo Colombo (fino al 15 gennaio 1972)
1972. Eletto deputato con 136.022 voti. Dal 17 febbraio è Ministro della Riforma Burocratica nel primo Governo Andreotti (fino al 26 febbraio dello stesso anno). Dal 27 febbraio fino al 12 giugno del 1973 è Ministro della Sanità nel secondo Governo Andreotti
1973. Segretario nazionale organizzativo  della DC
1976. Vicesegretario nazionale della DC. Viene eletto deputato con 91.168 voti
1979. Eletto deputato con 120.452 voti
1980. Dal 4 aprile al 27 settembre è Ministro dei Rapporti con il Parlamento nel secondo Governo Cossiga
1981. Dal 28 giugno è Ministro delle Poste nel primo Governo Spadolini (fino al 22 agosto del 1982)
1982. Dal 23 agosto al 13 novembre è Ministro delle Poste nel secondo Governo Spadolini
1983. Viene eletto deputato con 141.252 voti. Dal 4 agosto è Ministro della Funzione Pubblica nel primo Governo Craxi. Presidente del ULSS n.15 di Vasto
1986. Dal 1° agosto è Ministro della Funzione Pubblica nel secondo Governo Craxi (fino al 16 marzo del 1987)
1987. Eletto deputato con 177.665 voti. Dal 17 aprile al 28 luglio è Ministro della Difesa nel sesto Governo Fanfani. Il 29 luglio è nominato Ministro della Protezione Civile nel primo Governo Goria (fino al 1 aprile 1988)
1988. Il 13 aprile diventa Ministro per il Mezzogiorno nel primo Governo De Mita (fino al 22 luglio del 1989)
1989. Ministro della Funzione Pubblica nel sesto Governo Andreotti (fino al 12 aprile 1991)
1991. Dal 13 aprile è Ministro della Funzione Pubblica nel settimo Governo Andreotti
1992. Eletto deputato con 88.500 voti (preferenze ridotte da quattro a una sola). Il 28 giugno lascia l’incarico di Ministro della Funzione Pubblica

Più informazioni su