vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Salvare la scuola "Figlie della croce", i genitori si mobilitano

Più informazioni su

VASTO – I genitori degli alunni della storica scuola Figlie della Croce di Vasto si incontreranno periodicamente, tutti i martedì, per scongiurarne in ogni modo la paventata chiusura.

“Siamo in tanti – commenta uno dei genitori – tutti impegnati nel cercare  soluzioni contro la chiusura della storica scuola che da 130 anni è presente a Vasto. Si tratta – aggiunge – di salvaguardare una realtà prestigiosa per la nostra città, che rappresenta, da sempre, un punto di riferimento sul piano pedagogico. Si respira un clima di maggiore fiducia e ottimismo nonostante la consapevolezza del percorso in salita che attende il gruppo di genitori impegnati nella difficile impresa”.

La fiducia delle famiglie è rinata  perché la Congregazione, pur non potendosi permettere di continuare a gestire direttamente la scuola, si è detta aperta all’ascolto delle proposte dei genitori. Nei prossimi giorni è stato annunciato un incontro con suor Flora che ha il compito di vagliare sulle iniziative che saranno intraprese dai genitori. 

“Oramai abbiamo capito – dichiara una delle mamme – quanto sia  stato doloroso per le Suore, che per anni hanno dato tanto amore ai nostri bambini, accettare l’idea che la scuola non possa continuare con una gestione diretta della Congregazione”.

L’ idea che sta maturando, in questi giorni, è quella di replicare il progetto di altre scuole cattoliche che sono riuscite ad evitare la chiusura. Ma il gruppo dei genitori è consapevole dell’importanza di avviare un fattivo dialogo con il corpo docente e tutti i collaboratori dell’Istituto. In particolare anche a Vasto si vorrebbe dai vita al progetto della scuola “Figlie della Croce” di Parma.

“Abbiamo  contattato il responsabile dell’esperienza emiliana – hanno annunciato alcuni genitori in occasione dell’ultimo incontro di martedì scorso – che ci ha manifestato la sua piena disponibilità. Al punto – hanno concluso – che anche le suore di Vasto apprezzando i nostri sforzi, ci hanno messo a disposizione il teatro per le prossime riunioni”.

Si incontreranno martedì prossimo, 2 agosto.

“I genitori degli alunni della scuola Figlie della Croce di Vasto, i responsabili della struttura ed il personale dipendente devono sapere quale ruolo può e vuole svolgere il Comune di Vasto perchè la decisione di chiudere l’Istituto possa essere rivalutata”. A chiederlo è Nicola Del Prete, coordinatore provinciale di Alleanza per l’Italia.

“Qualche settimana fa – riprende Del Prete – ho inviato una e-mail al Comune di Vasto in cui chiedevo al Sindaco ed al Presidente del Consiglio la convocazione di un Consiglio comunale per discutere apertamente, con la città, la problematica in questione. L’ho fatto senza la formalizzazione di firme perché ritenevo e continuo a ritenere che la soppressione della scuola Figlie della Croce non è un interesse che una sola parte politica si sente in dovere di scongiurare. Per questa ragione ho confidato nel senso di responsabilità dell’amministrazione comunale.

A distanza di settimane, quella mia richiesta, anche pubblica, non ha avuto alcuna risposta. Torna a sollecitarla in maniera ufficiosa, e attendo una risposta responsabile da parte del Comune. In caso dovesse permanere questo silenzio, avvierò la raccolta di firme tra i consiglieri di maggioranza ed opposizione necessaria per la convocazione di un Consiglio comunale che contenga un ordine del giorno specifico sulla chiusura della scuola Figlie della Croce.
In attesa di riscontro, mi sono riservato di inviare una dettagliata relazione sul ruolo della scuola paritaria di Vasto al nostro vescovo, monsignor Bruno Forte, ed al Cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato della Santa Sede”.

 

Più informazioni su