vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lapenna e maggioranza a conclave

Più informazioni su

VASTO – Sindaco, Giunta e consiglieri comunali di maggioranza si spostano da Vasto a Scerni. E’ lì, in un agriturismo, che il centrosinistra fa il primo tagliando alla macchina amministrativa uscita dalle elezioni di fine maggio.

Lunedì 19 settembre è il giorno numero 101 del secondo mandato di Luciano Lapenna. Il primo cittadino riunisce assessori e consiglieri comunali che lo sostengono. I rumors della vigilia dicono che sono stati invitati anche i segretari dei partiti della coalizione: Pd (che, a dire la verità, un segretario non ce l’ha, ma da marzo è retto dal triumvirato Di Giuseppe-Legnini-D’Alessandro, cioè segretario provinciale, senatore e capogruppo in Consiglio regionale), Italia dei valori, Giustizia sociale, Sinistra ecologia e libertà e Rifondazione comunista.

Sul tavolo i problemi di un’estate segnata dall’emergenza scarichi fognari a mare e le conseguenti scelte sull’espansione edilizia. Nelle scorse settimane Corrado Sabatini (Idv) aveva lanciato l’allarme: se non si realizza una variante al Piano regolatore, non si blocca la cementificazione e gli allacci fognari (con una discreta percentuale di abusivismo) continueranno a crescere.

E poi le decisioni sul perimetro del futuro Parco della Costa teatina. Il centrodestra frena. La maggioranza deve trovare un accordo tra chi vorrebbe dare all’area protetta i confini più ampi possibili e chi vuole la cosiddetta sottiletta, ossia solo le aree della ex ferrovia e, più in generale, quelle già sottoposte a tutela ambientale.

Centrosinistra a conclave in collina anche per cercare una coesione vera con l’obiettivo di accelerare l’attività amministrativa. “Questa è una macchina che andava a 40 all’ora negli scorsi 5 anni e ora va a 20” è stato l’allarme lanciato ad agosto in Consiglio comunale da Luigi Marcello (Giustizia sociale).

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su