vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

E' nato il marchio "Brodetto di pesce alla Vastese"

Più informazioni su

VASTO – E’ stato presentato ieri pomeriggio il marchio del Brodetto di Pesce alla Vastese, assegnato dalla Camera di Commercio di Chieti. Nell’incontro che si è tenuto ieri pomeriggio a Palazzo d’Avalos è stato il presidente provinciale Silvio Di Lorenzo e consegnare il marchio.

“Questo percorso è iniziato nel 2006, quando la Giunta ha approvato la proposta dell’allora vicesindaco Nicola Del Prete”, ha detto Luciano Lapenna, sindaco di Vasto. “Con il rilascio del marchio collettivo, il Comune è obbligato a sorvegliare. Per questo verrà istituito un Comitato tecnico, che vigilerà sulle imprese che faranno richiesta di fregiarsi del marchio”.

Nei prossimi giorni verrà reso noto il Disciplinare depositato in Comune, che indica ingredienti e modalità di preparazione della specialità tipica. Chi otterrà il marchio verrà inserito in un Albo dei titolati. “Non sarà un diritto trasferibile- ha detto il sindaco – e potrà essere utilizzato abbinato al nome dell’attività della ristorazione. Sono previste sanzioni per chi non rispetterà le regole”.
Il sindaco ha voluto poi ringraziare coloro che hanno lavorato per l’approvazione del marchio: “Tutto il lavoro è stato seguito dal settore Turismo e dal consigliere comunale Simone Lembo. Voglio esprimere la mia gratitudine al presindente della Camera di commercio di Chieti, Silvio di Lorenzo e al presidente emerito Dino Di Vincenzo.
E’ stato importante anche il lavoro della commissione che ha contribuito alla realizzazione del disciplinare, tra cui il professor Luigi Murolo e Pino Iubatti. Molto importante è stata la collaborazione con Slow Food che, come nel caso della manifestazione Brodetto e Contorni, riveste un ruolo fondamentale per la promozione e la salvaguardia delle tipicità del nostro territorio”.

Il programma del convegno – Tavola rotonda dal titolo: Tra Mare Orti e brodetto – Che fare! Due Proposte Slow Food.

Due i percorsi seguiti: sentieri e orti urbani e il mezzo tempo.

Dopo l’introduzione del sindaco Lapenna, è stata la blogger Carmelita Cianci  (Territorio e Marketing Enogastronomico) a coordinare gli interventi di: Rocco Marinucci – Angelo Spatocco (Agronomi Arssa -Progetto introduzione mezzotempo – stato dell’arte – potenzialità e criticità), Aurelio Manzi (Botanico) (Le peculiarità botaniche-agronomiche degli orti vastesi), Luigi Murolo (Storico) (Gli agrumi e gli orti vastesi dal XV sec), Nicola D’Adamo (Giornalista) (La Società degli Ortolani Vastesi), Nicolangelo D’Adamo (Dirigente Didattico) (Il recupero dei Sentieri degli orti), Raimondo Pascale (Fiduciario Slow Food) (I progetti Slow Food sui nuovi Orti Urbani – La comunità del cibo degli “Ortolani Custodi”)

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su