vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Commercianti: "Rischiamo la chiusura"

Più informazioni su

VASTO – “Ogni giorno che passa la situazione diventa sempre più critica, tanto da mettere delle attività a rischio chiusura nel giro di poco tempo”. Sono 75 i commercianti del centro storico di Vasto che chiedono la riapertura “al traffico veicolare dell’anelo perimetrale di piazza Rossetti”, perché “le attività hanno avuto un calo nelle vendite stimato nel 35%. Questa situazione, oltre a creare notevoli problemi economici per i proprietari, porterà alla perdita di posti di lavoro e ad una minore rendita per i proprietari dei locali”. Gli esercenti lo scrivono nella petizione indirizzata a: Luciano Lapenna (sindaco di Vasto), Mario Olivieri (assessore al Commercio), Vincenzo Sputore (assessore alla Viabilità), Nicola Tiberio (assessore ai Trasporti), Giuseppe Forte (presidente del Consiglio comunale), Luigi Marcello (vice presidente del Consiglio comunale), Francesco Paolo D’Adamo (vice presidente del Consiglio comunale).

La situazione – “I tempi sono stretti”, scrivono i commercianti. “Le prossime festività natalizie potrebbero risollevare le attività, qualora si intervenisse in tempi immediati”.

Le proposte – “Scorrendo il calendario 2012, si nota che vi sono 53 domeniche e 9 giorni festivi: 6 gennaio, 25 aprile, Primo Maggio, 15 agosto, 29/30 settembre (feste patronali), Primo Novembre, 8 dicembre, 25 e 26 dicembre. Il totale è di 63 giorni, nei quali il traffico deve essere interdetto. Negli restanti giorni la circolazione potrebbe essere consentita dalle 7 alle 20. Si dovrebbe ripristinare il servizio di trasporto urbano con una sosta davanti Palazzo Palmieri”, affermano i commercianti, che chiedono di “adeguare la pavimentazione stradale dell’anello con il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale con materiali idonei; consentire la sosta a pagamento con un massimo di un’ora di permanenza; creare un tavolo trimestrale per analizzare le problematiche e migliorare i servizi inerenti il tessuto commerciale del centro storico”.  

Più informazioni su