vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pilkington, la Giornata della sicurezza

Più informazioni su

SAN SALVO – Dal picco del 25 per cento dello scorso gennaio al 4 per cento di fine ottobre. E’ calato drasticamente, alla Pilkington di San Salvo il numero di comportamenti degli operai definiti non sicuri in fabbrica. Quelli che, poi, possono provocare incidenti anche gravi. Lo ha detto stamane Ciro Pirone, country manager Italia della multinazionale del vetro, commentando i risultati più significativi della prevenzione sugli incidenti sul lavoro, in occasione della giornata della sicurezza 2011, promossa in contemporanea, oggi, in tutti gli stabilimenti del mondo del gruppo Nsg.

“La sicurezza sul lavoro – ha detto tra l’altro Pirone – è per noi uno degli obiettivi principali e ad essa dedichiamo energie e risorse. Sono 64, ad esempio, gli osservatori che, ogni settimana, fanno novemila riscontri in fabbrica per accertare ed eventualmente correggere la condotta poco sicura dei lavoratori, a partire dalla mancanza degli occhiali protettivi. Grazie al loro impegno, alla comprensione del personale, siamo riusciti a ottenere un grado di miglioramento assai elevato”. E’ nel movimento dei carrelli che si annida il rischio principale di infortuni.  “Per questo -ha detto Stephan Rosebrock, general manager dello stabilimento di San Salvo – abbiamo limitato meccanicamente ed elettronicamente la loro velocità a otto chilometri l’ora, mentre dalle stesse ditte esterne esigiamo un rispetto scrupoloso delle regole di sicurezza”.

“Per il biennio 2011-2012 – ha aggiunto Graziano Marcovecchio, automotive regional director Europe del gruppo Nsg – abbiamo investito 2 milioni 875 mila euro, ai quali si aggiungono i 20 milioni di euro di soli costi di manutenzione degli impianti”. “La giornata della sicurezza – ha concluso Roberta Moreschi, direttore delle risorse umane – avrà una colorata appendice il prossimo 20 dicembre con la festa dedicata ai bambini, i figli dei nostri dipendenti che, con disegni e cartelli, hanno compreso quanto sia importante la sicurezza per la vita di papà e mamme che lavorano in fabbrica”. I dipendenti della Pilkington in Italia sono 3100, 2500 dei quali nei soli stabilimenti di San Salvo, quello principale e le fabbriche satellite Bravo e Primo, dedicati a terze lavorazioni e vetri speciali. Una capacità complessiva per 4 milioni di veicoli, un terzo dell’intera produzione europea, che fanno del sito industriale del Chietino la più grande fabbrica al mondo di vetri per auto. (AGI)

Più informazioni su