vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Flovetro: fumata grigia da Roma, ma lo spiraglio c'è

Più informazioni su

SAN SALVO – Fumata grigia dal vertice di Roma. La via d’uscita dal tunnel è ancora lontana per la Flovetro di San Salvo. Ma si apre uno spiraglio. La speranza dei sindacati è che sia Pilkington, l’industria principale del settore del settore vetro per auto della zona industriale di Piana Sant’Angelo, a comprare tutta l’azienda satellite che a Pilkington fornisce il proprio 50% di prodotto.

L’altra metà è della Saint Gobain, il colosso francese che ha già ridotto la sua quota di produzione nello stabilimento sansalvese. Il problema è proprio quello. Se Saint Gobain esce di scena, Flovetro rischia la chiusura e in crisi andrà l’intero settore vetrario sansalvese, che conta 2mila 500 operai. Sarà un Natale di apprensione per i 100 lavoratori dello stabilimento, che oggi attendevano con trepidazione gli esiti dell’incontro tra i dirigenti delle due multinazionali e i vertici dei sindacati confederali. C’erano i segretari nazionali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uilcem-Uil. “La situazione è pesante”, ammette al termine del faccia a faccia Angelo Colombini, leader nazionale della Femca-Cisl. “Più questa trattativa si trascina per le lunghe e più le condizioni peggiorano. Il prodotto, subito dopo la cavata” dal forno “viene rotto” perché non c’è mercato.

“Il problema – spiega Colombini – è che in Italia la produzione è superiore alla domanda. Saint Gobain ha avviato un nuovo forno a Pordenone e riaperto quello di Pisa. Se contiamo anche il float di San Salvo, tutti e tre gli stabilimenti producono troppo rispetto alla richiesta che proviene attualmente dal mercato. Ma così la situazione peggiora: il prossimo anno il bilancio sarà in rosso e i lavoratori rischeranno il posto”. Lo spiraglio può venire dal Giappone. Nippon Sheet Glass, proprietaria di Pilkington, potrebbe acquistare tutta la Flovetro. “La nostra posizione – dice il segretario nazionale della Femca-Cisl – è questa: se i francesi escono da Flovetro, è la Pilkington che deve ritirare tutto il vetro prodotto per garantire presenza e redditività del sito produttivo di San Salvo. L’impressione è che sia in corso una trattativa. Ma bisogna fare presto”.

Più informazioni su