vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Il tombino di c.so Garibaldi, mi ha distrutto la marmitta"

Più informazioni su

VASTO – Che sia stata colpa della neve e del passaggio dei mezzi pesanti o il problema sia dovuto ad altre cause, corso Garibaldi è diventato insidioso. Lo è soprattutto in uno dei tratti che dovrebbero essere più sicuri perché ristrutturati di recente: allo svincolo con l’ingresso del parcheggio multipiano di via Ugo Foscolo. E’ lì, proprio all’incrocio, che si sono creati due avvallamenti in cui le ruote delle auto affondano a pochi metri di distanza dai dossi di attraversamento pedonale e dalla canalizzazione. Un sussulto che può costare caro. Non è un’auto delle più nuove, quella di Antonino Spinnato, dipendente delle Poste. Ma il danno c’è e dovrà ripagarlo di tasca propria.

“Stavo risalendo corso Garibaldi, quando la parte inferiore della macchina ha strisciato su quel tombino affossato”, racconta. “Sono stato costretto a fermarmi perché è saltata la marmitta. Ho chiamato la polizia municipale perché verbalizzi tutto”. Il Comune potrebbe essere costretto a risarcire il danno. A Spinnato e, a catena, anche ad altri automobilisti, se qualche altra vettura dovesse riportare danni.

Nella stessa zona dell’avvallamento nel 2003 si era aperta una profonda voragine, ampia come quasi tutta la carreggiata. Il terreno franò in una mattinata d’estate. L’ultima auto a passarci sopra fu quella del consigliere comunale Andrea Bischia, che per una frazione di secondo non si ritrovò nel fosso.

Redazione Vastoweb

Più informazioni su