vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Corsi professionali, Febbo risponde alle polemiche

Più informazioni su

PESCARA – “Gli istituti di formazione professionale del Vastese non sono rimasti senza fondi per volere della classe politica ma perché non sono rientrati nella graduatoria degli istituti ammissibili al finanziamento del bando di gara indetto dalla Regione Abruzzo”. Questa la risposta dell’assessore regionale Mauro Febbo alle polemiche che sono scaturite dai tagli ai corsi alle scuole Salesiani e Gabrielini di Vasto.

“La Giunta Regionale e l’assessore alla formazione Paolo Gatti – sottolinea Febbo – hanno svolto un lavoro eccellente e celere per accedere ai pochi finanziamenti nazionali disponibili. Questo è stato già spiegato dallo stesso assessore regionale Paolo Gatti in un incontro avuto proprio con i genitori degli studenti che frequentano i corsi professionali”. Il Governo regionale, visto il taglio dei trasferimenti statali, è riuscito ad attivare, per la prima volta, il Fondo Sociale Europeo. Attraverso questo canale sono stati avviati sette corsi, due nella provincia di Chieti, due nella provincia di Pescara, due in quella di Teramo e uno a L’Aquila.

“Quindi – dichiara Febbo – è pretestuoso innescare polemiche e illazioni sulla non volontà di erogare fondi poiché è stata attivata una procedura di gara ad evidenza pubblica e la graduatoria finale non è stata dettata dalla Regione a proprio piacimento, visto che gli enti di formazione sono organismi privati. A questo segue che la commissione esaminatrice, formata da tecnici della regione, scelgono i progetti ammissibili e stilano una graduatoria. Nello specifico i due corsi attivati in provincia di Chieti sono quelli che hanno avuto il punteggio tecnico più alto. A riprova della nostra coerenza voglio evidenziare come una delle scuole che riceverà i finanziamenti è un altro Istituto Salesiano proprio per sottolineare che non si è adottata nessuna preclusione o discriminazione nei confronti di qualche ente di formazione. E’ inutile strumentalizzare ed utilizzare le dichiarazioni dei genitori parlando di questioni politiche o tagli ingiustificati”.

Redazione Vastoweb

Più informazioni su