vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Boca, pareggio e polemiche. Venerdì festa con La Differenza

Più informazioni su

BOLOGNA – Pareggio con tante polemiche per il Boca Punta Penna nella scorsa giornata del campionato UISP bolognese. I biancorossi riescono a tornare indenni dall’insidiosa trasferta a San Giovanni in Persiceto nella tana del Tre Borgate. Il tabellino finale recita 3 a 3, ma il bottino abruzzese avrebbe senza dubbio potuto essere più sostanzioso.

Nella prima frazione di gara il Boca è in costante possesso palla, ma non si registrano azioni degne di nota fino al quarto d’ora quando, sugli sviluppi di un’azione d’angolo, il difensore avversario nel tentativo di spazzare fa carambolare la palla sul capitano biancorosso Della Casa che insacca in maniera alquanto fortuita. Nonostante lo svantaggio il Tre Borgate non si rende mai pericoloso dalle parti di D’Adamo e gli abruzzesi continuano a fare la partita ma il portiere avversario, che già nel match di andata si era distinto per alcuni interventi eccezionali che avevano regalato la vittoria alla sua compagine, riesce a tenere il risultato invariato. Prima ci prova Mariotti da fuori area, ma la sua conclusione è deviata in angolo con un balzo felino del numero uno locale. Poi una punizione dello stesso centrocampista sfiora l’incrocio dei pali. In seguito, per ben due volte Russo si invola da solo verso la porta avversaria ma l’arbitro, con colpevole ritardo e sotto la pressione dei difensori avversari, interrompe entrambe le azioni per fuorigioco; offside che può essere dubbio nella prima occasione ma totalmente inesistente nella seconda dato che la punta biancorossa parte almeno un paio di metri dietro l’ultimo difensore locale. Infine, sul finire di tempo, è Brindisi a scattare sulla fascia sinistra e a trovarsi a tu per tu con il portiere avversario che è bravissimo a respingere la sua conclusione.

La seconda frazione di gara sembra destinata a seguire la falsa riga della precedente, con tanto possesso palla biancorosso e avversari mai pericolosi. Al decimo però il Tre Borgate trova il pareggio: dormita della difesa del Boca e attaccante locale che si ritrova da solo davanti a D’Adamo e lo supera con un pregevole pallonetto. Al ventesimo poi, sulle ali dell’entusiasmo, gli avversari riescono addirittuta a trovare il vantaggio approfittando di un errore di Della Casa che cincischia troppo con il pallone al limite dell’area e se lo fa soffiare dalla punta che insacca alle spalle dell’incolpevole D’Adamo con un rasoterra imparabile. Sotto di un goal e con soli venti minuti di gioco rimanenti, il Boca tira fuori l’orgoglio e riesce di nuovo a capovolgere il risultato con una doppietta di Ricci con due azioni fotocopia. In entrambi i casi infatti, il giocatore biancorosso (che dedica le sue marcature agli amici Gianluca e Francesca) viene magistralmente lanciato da Russo in profondità e dribbla anche il portiere prima di concludere nella porta sguarnita. All’ultimo minuto, poi, il numero uno avversario vola sotto l’incrocio ed evita l’autorete (forse la palla sarebbe uscita comunque) che avrebbe portato i biancorossi in vantaggio di due reti. Al terzo minuto di recupero arriva la beffa: su una palla alzata a campanile dalla difesa abruzzese Di Giacomo sfiora involontariamente la palla con un braccio al limite dell’area, probabilmente al di fuori di essa. Il direttore di gara lascia proseguire ma poi, dopo le numerose proteste degli avversari, torna sui suoi passi e indica il dischetto del rigore, regalando il pareggio alla formazione locale. Il penality è dubbio ma potrebbe anche starci, quello che lascia maggiormente l’amaro in bocca è che l’arbitro, come già varie volte durante il match, si è lasciato condizionare troppo dai giocatori avversari, fischiando spesso solo dopo le proteste di questi ultimi. Nel parapiglia finale, con i giocatori del Boca comprensibilmente indispettiti dal comportamento del direttore di gara, a farne le spese è Stefano a Verghetta, allontanato dal campo per aver detto qualcosa di troppo.

Nonostante i due punti persi, il Boca rimane in testa alla classifica con un punto di vantaggio sull’Associazione Amigos, in attesa di conoscere il risultato dei capoverdiani impegnati nel testa-coda contro il San Donato. La terza posizione, che lascerebbe i biancorossi fuori dai play-off per la finale al Dall’Ara, è occupata dal Bellaria, 4 lunghezze più indietro. Nel prossimo turno gli abruzzesi se la dovranno vedere contro il San Giuliano, già sconfitto all’andata per 7 reti a 2. Intanto nel campionato di Calcio a 7 in settimana il Boca ha travolto per 15 a 3 il Caravaggio con reti di Giardino L.(3), Mileno (3), Bozzelli (3), Tana (2), Russo (2), Ricci e Crisanti. Infine da segnalare anche l’evento organizzato dai biancorossi per riuscire a radunare tutti i concittadini e non presenti nel capoluogo emiliano. L’appuntamento è per Venerdì 16 all’Hobby One in via Mascarella per il concerto de La Differenza.

Questi gli atleti presenti in distinta: 3 Maccione, 4 Di Giacomo, 5 Della Casa (C), 9 Zillotti, 10 La Verghetta N., 12 Giardino S., 13 La Verghetta S., 14 Serafini V., 15 Mileno, 18 Russo, 22 Ricci, 26 Mariotti, 28 Pedace, 29 Villani, 30 Del Forno, 32 Pomponio, 83 Brindisi, 89 D’Adamo. Dirigenti: Giardino L., Bozzelli, Fiore.

Simone Giardino

Più informazioni su