vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Piccoli giornalisti della Spataro intervistano l’amministrazione

Più informazioni su

VASTO – Alcuni alunni della Scuola Primaria Spataro di Vasto sono attualmente coinvolti in molte attività che vengono poi raccontate in alcuni articoli. Quello pubblicato di seguito è stato realizzato dopo l’intervista che i ragazzi hanno fatto all’amministrazione comunale sulle tematiche dell’intercultura, per capire da vicino le problematiche reali e concrete presenti nel territorio.

I ragazzi della 5° C, 5° D e parte della 4° A, e alcuni dei loro genitori, hanno avuto il 17 aprile
un’occasione irripetibile. Spinti dallo studio dell’intercultura che hanno svolto a scuola da tre
anni in varie modalità, hanno avuto la possibilità di intervistare l’amministrazione comunale di
Vasto, nella sala consigliare, per approfondire le problematiche relative agli immigrati presenti nel
territorio vastese.

Dopo la presentazione del vicesindaco e dei vari assessori presenti, e la visione di un power
point realizzato dal mediatore culturale, i ragazzi, come veri giornalisti, seduti nelle poltroncine
consiliari, hanno, per ben due ore, intervistato l’amministrazione, che ha risposto con grande
attenzione e passione verso una tematica, quella dell’intercultura, che è considerata da tutti molto importante.

A Vasto l’amministrazione comunale ha realizzato l’ufficio immigrazione, dove è presente anche
il mediatore culturale: Hamid Hafdi. Lui ha il compito di aiutare gli immigrati per tutte le loro
necessità, dalle pratiche burocratiche, alla scelta dell’alloggio, alle difficoltà di inserimento,
ecc. Spesso purtroppo il Comune non riesce a soddisfare tutte le richieste degli immigrati, per
mancanza di risorse economiche.

Per consentire di imparare la nostra lingua più facilmente, ci sono a Vasto dei corsi di italiano per
stranieri, che si svolgono in orario serale per permettere loro di lavorare il giorno. Ci sono inoltre varie iniziative culturali che sono finalizzate all’integrazione e all’intercultura, tra
queste ad esempio nel 2010 c’è stato il progetto di “Accoglienza e integrazione” tra artigiani
italiani e stranieri a confronto, progetti con le scuole, come ad esempio quello svolto l’anno
scorso “ Indovina che viene a trovarci” con all’interno il concorso di poesia interculturale.

Domenica prossima, 22.4.2012, ci sarà inoltre un importante manifestazione a Palazzo D’Avalos,
l’incontro con un famoso autore “ Hamid Barole Abdu” . In tutto a Vasto ci sono 2162 stranieri: 1021 rumeni, 190 marocchini, 126 cinesi, 111 albanesi, 73 polacchi, 72 macedoni, 54 tunisini, 515 di altre nazionalità. Svolgono varie attività lavorative: artigianato, agricoltura, edilizia, assistenza alle persone (badanti), commercio.

La presenza degli immigrati a Vasto, porta enormi benefici in quanto svolgono dei lavori che gli
italiani hanno smesso di fare. Naturalmente questi dati numerici sono degli stranieri con il permesso di soggiorno. Questo viene rilasciato dalla questura ,su richiesta dell’interessato, che può richiederlo per vari motivi. Non ci sono dati sugli immigrati clandestini. Quindi non sappiamo se ci sono anche a Vasto e in che numero. A questo proposito ci hanno raccontato un fatto che è accaduto qualche anno fa.

Alla stazione ferroviaria la polizia ha fermato una trentina di immigrati clandestini, tra loro c’erano
anche ragazzi minorenni. Il Comune, in collaborazione con il mediatore culturale, Don Gianfranco,
suor Gianna, la Caritas, ha dato un sostegno a questi clandestini che dopo 5 giorni, come previsto
dalla legge, sono dovuti andare via.

La maggior parte degli immigrati, ha l’età compresa tra i 19 e i 35 anni. Una piccola minoranza
sono anziani oltre i 65 anni. Mentre i giovani fino a 18 anni sono in aumento. Hanno quasi tutti i titoli di studio, dalla scuola dell’obbligo alla laurea. Non tutte le lauree conseguite nei paesi extra comunitari sono valide in Europa. In questi casi bisogna a volte integrare con qualche altro esame il percorso di studi. Spesso capita che immigrati laureati svolgono in Italia lavori molto umili.

Un dato importante è che in questi ultimi anni sono in aumento il numero degli immigrati che
frequentano la scuola superiore o l’università. Gli immigrati presenti a Vasto sono di varie religioni, ma non ci sono luoghi di culto specifici. I mussulmani solo a San Salvo possono riunirsi in preghiera. Ultimamente è pervenuta anche la richiesta per un luogo di culto per gli ortodossi, che però è rimasta ancora inattuata .

Questa esperienza è stata unica, perché non a tutti capita nella vita di poter essere presenti in
modo attivo, nella sala consiliare del comune. Abbiamo capito che l’amministrazione comunale si impegna molto, per accogliere nel migliore dei modi, anche se con poche risorse, gli immigrati che vengono a Vasto. Molti sono i problemi ancora da risolvere, ma molte sono anche le iniziative prese al riguardo.

E’ dalla terza elementare che approfondiamo la tematica dell’intercultura. In terza con l’ausilio di
mediatori culturali abbiamo iniziato a conoscere la cultura degli altri paesi; in quarta con le nostre
insegnanti in un progetto pomeridiano, abbiamo approfondito gli aspetti geografici e tradizionali
di vari paesi stranieri. Quest’anno invece il percorso è continuato con un cineforum interculturale
e con questa intervista al Comune.

Tutto questo percorso è stato per noi molto significativo e importante, abbiamo potuto conoscere
la ricchezza della cultura, della lingua e delle tradizioni degli altri paesi, abbiamo capito quanto
sia per noi una grande possibilità, poter condividere con i nostri compagni stranieri il nostro
percorso di studi. Stare insieme, significa arricchirsi reciprocamente, consentire uno scambio di
vedute aperto, rispettoso e fondato sulla reciproca comprensione, fra individui e gruppi che
hanno origini e un patrimonio etnico, culturale, religioso e linguistico differenti, per apprezzarne
l’identità e riconoscerne la dignità di tutti.

Gli alunni della 5° C e 5° D
Scuola Primaria Spataro,
1° Circolo didattico di Vasto

Più informazioni su