vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scavi archeologici di piazza Rossetti: vetrata con ringhiera

Più informazioni su

VASTO – “L’area archeologica verrà coperta da una vetrata non calpestabile con ringhiera che lascerà i reperti a vista, mentre all’interno ci sarà un sistema di aerazione” per evitare il formarsi della condensa, le cui goccioline renderebbero invisibile quello che c’è sotto.

Comune di Vasto e Soprintendenza ai beni archeologici d’Abruzzo hanno trovato la quadra: il muro dell’antico anfiteatro romano sui cui sorge piazza Rossetti verrà messo in vetrina.

E’ stato ritrovato al secondo giorno dei lavori con cui l’impresa Cirulli di Schiavi d’Abruzzo ha rifatto la pavimentazione dell’anello perimetrale di piazza Rossetti. E’ tuttora transennata l’area in cui è emerso un muro di mattoni, che l’archeologo della Soprintendenza Andrea Staffa ha invividuato come appartenente all’arena romana del primo secolo dopo Cristo.

“Un progetto di massima, eseguito dall’Ufficio tecnico del Comune, esiste già”, assicura Marra. “Ora sono in corso i calcoli relativi al muro di contenimento che verrà realizzato dalla parte opposta rispetto ai ritrovamenti antichi. Poi tutto passerà all’ex Genio civile. Per questi passaggi servirà un po’ di tempo. Avremmo voluto far cominciare i lavori a settembre, ma in ogni caso prima di fine anno saranno terminati. Anche perché, una volta esaurite le procedure previste dalla legge, con una ventina di giorni si può completare tutto. Per realizzare la vetrata rialzata con ringhiera e i lavori necessari alla valorizzazione della zona archeologica serviranno 20mila euro. Ne abbiamo già parlato con l’impresa Cirulli, ma non abbiamo ancora firmato il contratto d’appalto”.

Michele D’Annunzio

 

Più informazioni su