vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Val di Sangro corsara a Vasto: 2-1 grazie alle reti di Colanero e Giannico

Più informazioni su

VASTO. Ancora una sconfitta per la Vastese 1902 dopo il 2-1 della scorsa settimana a Cupello. Questa volta a trafiggere i vastesi ci pensa la Val di Sangro di mister Panfilo Carlucci. Di Colanero e Giannico le reti degli ospiti, mentre il goal del momentaneo vantaggio è di Luongo, il sesto nella stagione per il capitano biancorosso. Nei primi 45′ i portieri non sono chiamati a grandi parate se non nel finale in cui Cianci, ex Vasto Marina, riesce a deviare di quel tanto che rallenta la corsa del pallone e permette al difensore di spazzare l’area su tiro di Pantaloni. Da segnalare le due azioni capitate sui piedi di Daniele Avantaggiato che prima ci prova da fuori area ma il pallone termina di poco fuori e successivamente liberato in area da Soria perde il tempo per andare al tiro e l’azione sfuma. Bello anche il tiro del nuovo acquisto Di Vito al 41′ al volo da fuori area: pallonetto che cerca di impensierire Cianci. Per la Val di Sangro al 37′ esce per infortunio Tano ed entra Pierri. Nella ripresa per la Vastese entra in campo dal primo minuto Di Laudo per Pantalone. Al 47′ è ancora una volta Di Vito che va vicino al goal. Ma la Val di Sangro, ora in piena zona play off, regge bene. Al 14′ arriva il goal del capitano: Luongo tira dal limite dell’area dalla destra e trova il set sotto la traversa. Esplosione di gioia per la tifoseria organizzata presente allo stadio ed i tifosi accorsi all’Aragona e cori per Luongo. Al 70′ azione personale di Di Vito che scarta diversi uomini in area di rigore, finta ma Cianci para. Al 71′ sostituzione per la Vastese: entra Vicentini esce Aquino. Al 75′ ci provano ancora Soria e compagni ma nulla di fatto, tiro svirgolato di poco fuori. Al 77′ Pierri ammonito per simulazione: la Val di Sangro reclama il rigore. Al 78′ entra Giannico, autore di 46 reti lo scorso anno, ed esce Carafa per la Val di Sangro. Due minuti dopo il pareggio degli ospiti: punizione dall’out di sinistra poco lontano dalla bandierina del corner, nessuno respinge in area e arriva la deviazione vincente di testa di Colanero che pareggia i conti. All’ 80′ esce Avantaggiato entra Alberico. Ammonito l’altro nuovo acquisto biancorosso Ciarlariello. La Val di Sangro intanto sostituisce Tucci con Giammarino. Chiudono in attacco gli ospiti. Due le parate di Garibaldi chiamato a sostituire l’infortunato Marconato operato in questi giorni dopo il colpo all’altezza della bocca subito nel match contro il Cupello. Sei minuti di recupero accordati dall’arbitro. Ed al 95′ arriva la beffa per la Vastese. Giannico liberato al limite dell’area scavalca Garibaldi in uscita che tenta di fermarlo e con un pallonetto gonfia la rete per la gioia dei supporters presenti allo stadio e l’amarezza dei biancorossi e del suo pubblico. Visi scuri al termine della partita a parlare è mister Vecchiotti: “Le partite durano 90 minuti e più e tutto può succedere. Avevamo giocato una buona partita ed eravamo andati in vantaggio poi gli episodi come quello del pallonetto ci hanno punito. Noi poco prima avevamo avuto una ghiotta occasione da goal con Alberico e ora avremmo parlato di altro se quella palla si fosse infilata. Purtroppo veniamo da un’altra sconfitta ma non dobbiamo commettere l’errore di abbatterci e di mollare. Qui vengono tutti per giocarsela contro di noi. Siamo la Vastese e tutti trovano delle motivazioni grandi quando ci affrontano che li portano a lottare con il sangue agli occhi. Dal canto nostro speriamo che il mercato finisca il prima possibile perchè, un minimo, condiziona l’ambiente e che i nuovi acquisti insieme al potenziale che già avevamo in squadra rendano al meglio nel girone di ritorno che inizierà domenica prossima. Al giro di boa eravamo primi ora abbiamo perso la testa della classifica ma non significa. Comunque siamo nelle prime posizioni e ci sono ancora tantissime partite da giocare e il nostro obiettivo resta la promozione diretta. Rinnovo l’appello fatto dalla società ai tifosi perchè se la Vastese è in questa categoria non è colpa mia o della dirigenza, nè tanto meno dei giocatori in campo. Cerchiamo sempre e cercheremo di dare il meglio e ci farebbe piacere se a noi si avvicinasse sempre più gente. Avere i tifosi che ti incitano e seguono è importante”. Contentissimo il mister della Val di Sangro, Panfilo Carlucci, al termine dei 90′:” Faccio i complimenti a tutta la squadra. Oggi hanno giocato una buona partita e oltre ad un Giannico che è di esperienza acclamata un plauso va fatto a tutti i giocatori in campo come a quelli in panchina che ogni volta che vengono chiamati in causa e danno il loro massimo contributo. Ho la fortuna di allenare un buon gruppo e ne sono contento. Ringrazio la società che mi ha dato questa opportunità permettendomi anche di tornare da’ex’ all’Aragona , che fa sempre un certo effetto. Un ringraziamento particolare a mr Vecchiotti mio maestro e grande amico, colui che mi ha avvicinato al calcio come sottolinea spesso mia moglie e che ringrazierò sempre perchè tutt’ ora mi da consigli e aiuta molto. Mio figlio che avrete visto tutti chiedermi di entrare in campo a fine partita mi segue spesso e, si può dire, sia il mio portafortuna. Peccato non poterlo portare in trasferta ma quando giochiamo in casa lui è sempre vicino a me lì fuori a far il tifo”.

VASTESE 1902: Garibaldi, De Curtis, Piermattei, Luongo, Ciarlariello, Irmici, Pantalone (46′ Di Laudo), Avantaggiato (82′ Alberico), Aquino (71′ Vicentini), Soria, Di Vito. A disposizione: Delle Donne, Triglione, Baldini, La Guardia. Allenatore: Massimo Vecchiotti

VAL DI SANGRO: Cianci, Ciccocioppo, Berardi, Colanero, Tucci (83′ Giammarino), Crognale, Caporale, Tano (37′ Pierri), Del Peschio, Di Marsilio, Carafa (78′ Giannico). A disposizione: Cericola, Staniscia, Di Falco, Caporale. Allenatore: Panfilo Carlucci 

tizianasmargiassi@vastoweb.com

 

Più informazioni su