vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Circa cinquecento persone in Piazza Rossetti per ascoltare Grillo (fotogallery)

Più informazioni su

VASTO. E’ arrivato alle 13.55 in Piazza Rossetti a Vasto, il garante del Movimento 5 stelle, Beppe Grillo. Per quasi due ore circa cinquecento persone tra curiosi e simpatizzanti hanno atteso Grillo giunto in camper. Il comico ha parlato ai cittadini abruzzesi spiegando gli obbiettivi che il Movimento si prefigge con la partecipazione alla prossima competizione elettorale. 

‘Apritevi e venite da me’ queste le prime parole di Beppe Grillo, dalla postazione preparata per l’occasione dai rappresentanti del Movimento cinque stelle di Vasto.

‘ In due giorni-ha spiegato- ho girato quattro regioni. Vengo a portarvi un messaggio. Non sono venuto a chiedervi i voti. Vi chiedo solo un atto di democrazia. Siamo gli unici che stiamo raccogliendo le firme. Berlusconi -ha aggiunto Grillo- è un anziano che non si rassegna. Il confano di una Volkswagen con un topo morto in testa. In tre anni siamo riusciti a creare un movimento senza avere finanziamenti. Ora siamo la seconda forza politica del paese.

Non è vero, come dicono molti, che i pensionati non possono seguire Movimento cinque stelle perchè non hanno il computer. Sono i pensionati quelli che la notte sono svegli e chattano e leggono i siti.

Quali partiti fanno vedere i rappresentanti che vanno in Parlamento. Noi vi facciamo conoscere chi candidiamo. Abbiamo delle donne candidate e gran parte di loro saranno votate. Dobbiamo raggiungere le quote delle firme. Attenzione però -continua- non date il voto al Movimento cinque stelle se non siete disposti a cambiare.

Da quando Monti -ha aggiunto Grillo-si è dimesso va tutto benissimo e lo spread è ringiovanito. Forse vuoi vedere che questa gente che governa non serve a niente!

Le persone anziane sono le più arrabbiate. Dovrebbero esserlo i giovani, i precari, invece si arrabbiano gli anziani. Noi del Movimento cinque stelle  non abbiamo uno statuto, ma solo quattro regolette. Io non sono un leader, faccio da garante perchè devo traghettare il Movimento.

Destra, sinistra e centro hanno le stesse idee. Non vi dico il programma di cinque stelle, cercatelo. Mandiamoli a casa subito tutti. E prima di mandarli via facciamo una piccola verifica fiscale per ogni parlamentare. Verifichiamo il patrimonio di ognuno, prima di entrare in politica e quello che hanno quando sono usciti dalla politica.

Dobbiamo far rinascere lo Stato. Tagliamo i finanziamenti ai partiti. Apriamo una banca di Stato e con i soldi facciamo micro credito. Quando i rappresentanti di Movimento 5 stelle saranno in Parlamento tornerò a fare il comico. Abbiamo bisogno di cambiare il paese’.

paoladadamo@vastoweb.com

 

Più informazioni su