vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Alla Pilkington altri sei mesi di contratti di solidarietà

Più informazioni su

SAN SALVO. Flessibilità e solidarietà. Sono le parole chiave del 2013 alla Pilkington di San Salvo. L’attività produttiva ferma da due settimane riprenderà subito dopo l’Epifania ma l’andatura del colosso vetrario per altri sei mesi almeno sarà ridotta. L’industria deve gestire 600 esuberi. Da gennaio a giugno 2013 è prevista una settimana di contratti di solidarietà a rotazione per tutti i dipendenti. Gli unici lavoratori che resteranno sempre attivi saranno quelli del forno Float, l’infermeria e la portineria. La crisi dell’Automotive rappresenta un grosso problema, e la situazione economica del gruppo Nippon Sheet Glass non è per niente tranquillizzante. Per altri sei mesi almeno Pilkington sarà costretta a ricorrere a dosi massicce di ammortizzatori sociali. E’l’unica medicina valida per salvare i livelli occupazionali. Lo stabilimento di San Salvo resta il più importante del gruppo ,ma la fabbrica della Polonia rappresenta un grosso spauracchio. A Chmielow, grazie ad un attrezzato parco per la logistica, Pilkington Polonia nel secondo semestre 2012 ha divorato ordinativi che prima arrivavano a San Salvo. E insieme alla Polonia lavorano a pieno ritmo anche la Spagna e la Turchia. Il presidente di Pilkington Italia, Graziano Marcovecchio qualche giorno prima di Natale è tornato tuttavia a rassicurare i dipendenti. “E’ positivo che non siano state apportate modifiche alla legge di stabilità e che non sia stato ridotto il fondo sociale destinato alla formazione e all’occupazione. La crisi è mondiale. Nsg prosegue la ristrutturazione ma San Salvo è, e vuole continuare ad essere, il sito produttivo più importante del gruppo”. A metà gennaio è previsto un nuovo incontro fra azienda e sindacati per fare il punto della situazione.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su