vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L'antropologo Antonio Arantes dal Brasile a Vasto ospite per una sperimentazione

Più informazioni su

VASTO. Dal 18 al 20 gennaio sarà ospite di Vasto l’antropologo culturale Antonio Arantes, professore emerito dell’Università di San Paolo del Brasile e importante membro del Board Unesco – Parigi, commissione Patrimonio Culturale Intangibile (detta PCI), ovvero i rituali e le tradizioni). Qui un suo breve curriculum.
Il prof. Arantes si occuperà, assieme alla prof.ssa Lia Giancristofaro della Università D’Annunzio di Chieti e con la Simbdea Ong della sperimentazione tecnica di un inventario partecipativo della Intangible Cultural Heritage in Abruzzo (Unesco). Questa sua scelta (per noi fortunata) si deve ad un fatto “affettivo” (sua nonna Dolorata D’Amelio era di Lanciano), e al fatto che ha trovato negli antropologi abruzzesi le competenze (la Simbdea Ong) per realizzare questo “progetto di tutela in rete” che ha l’ambizione di coinvolgere i comuni e le pro-loco abruzzesi (ovvero i portatori di interesse dal basso) a costo zero, grazie all’ANCI, a ResTipica Un’azione di autentico volontariato e di servizio alla comunità. Domani mattina il prof. Arantes sarà ricevuto a Palazzo di Città, a Vasto, da Giuseppe Forte. presidente del Consiglio Comunale, nonché coordinatore regionale dei presidenti dei Consigli Comunali d’Abruzzo, e da alcuni componenti la Giunta. Sempre domani venerdì 18 gennaio l’illustre ospite sarà a San Giovanni in Venere e Lanciano, dove incontrerà lo staff del Progetto Centoscuole (salvaguardia delle tradizioni e dei saperi locali) al boarder perchè si renda conto del folklore di cui siamo portatori e della nostra volontà di salvaguardarlo per le generazioni future. A Lanciano il boarder incontrerà l’Assessore alla Cultura. 
Sabato19 il prof. Arantes sarù a Pescara per l’incontro tecnico al Museo delle Genti d’Abruzzo (capofila del progetto) con eventuali gli enti finanziatori (banche, fondazioni), la Simbdea Ong e il comitato ICOM Abruzzo. Sabato pomeriggio sarà a Cocullo per esplorare col comune le strade per un riconoscimento UNESCO.
La settimana seguente ci sarà a Milano il congresso internazionale nel quale verrà presentato il progetto abruzzese di rete per la Salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale delle regioni d’Italia che ha già adesioni importanti come la Regione Lombardia e la Regione Toscana.
redazione@vastoweb,com

Più informazioni su