vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Botta e risposta tra il presidente Amoroso e i dipendenti del COTIR

Più informazioni su

VASTO. “La protesta dei dipendenti del Cotir è legittima. Posso tuttavia rassicurarli. Questa mattina uno dei dipendenti è andato a consegnare alla Regione la rendicontazione per il pagamento di una prima tranche di emolumenti. Si tratta di 160mila euro con i quali pagheremo due mensilità. Presto arriveranno altre 600mila euro per il pagamento di altri stipendi. Le festività natalizie hanno purtroppo allungato i tempi burocratici ma stiamo facendo il possibile per accontentare i lavoratori prima possibile“. E’ quanto assicura il presidente del Consiglio d’amministrazione del Cotir, Alberto Amoroso. Già che c’è il presidente risponde per le rime anche al consigliere regionale Antonio Menna. ”Se lo sfogo e l’esasperazione dei dipendenti sono giustificate non lo è l’atteggiamento e le dichiarazioni di Antonio Menna. Non solo non è bene informato, ma si contraddice anche sul Cotir. Prima dice che deve chiudere, poi afferma che siamo noi a volerlo chiudere e chiede le mie dimissioni e quelle del Consiglio. Sorge spontanea la domanda. Forse Menna vuole inserire qualcuno dei suoi?“, chiede provocatoriamente il dirigente. “Ad ogni buon conto ripeto che sto facendo il possibile per risolvere questa situazione nel migliore dei modi”, assicura Amoroso. La risposta dei dipendenti non tarda ad arrivare: “Riuniti in assemblea permanente continuiamo ad essere seriamente preoccupati. L’annuncio del pagamento di due mensilità (maggio-giugno 2012) non cambiano di molto la situazione e, stanchi delle solite promesse, proseguiamo lo stato di agitazione fino al pagamento di tutte le spettanze dovute(ad oggi 10 mensilità)”.

paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su