vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Emergenza idrica: altri prelievi. "Da oggi acqua a disposizione della popolazione aspettando regole e procedure"

Più informazioni su

 
VASTO. Emergenza idrica. L’acqua del Trigno resta declassata e quindi vietata per uso potabile .Il Coniv da ieri distribuisce 70 litri di acqua al secondo per uso potabile al territorio  grazie al Consorzio di Bonifica sud. Il presidente dell’ente, Fabrizio Marchetti d’accordo con l’assessore regionale Mauro Febbo ha risposto immediatamente all’sos lanciato dal Coniv mettendo a disposizione della popolazione l’acqua prelevata dalla diga di Chiauci. La captazione dall’invaso andrà avanti fino a quando la Regione non autorizzerà il riuso dell’acqua del Trigno a valle di Lentella. Ieri mattina i tecnici del Sian hanno eseguito nuovi prelievi nella zona in cui il fiume appare  malato. Così tanto da essere declassato. La popolazione è esasperata e chiede alla magistratura di scoprire perchè e chi ha provocato la declassazione. Davanti alla nuova emergenza idrica e al divieto di trattare l’acqua del Trigno il Coniv ha contattato il Consorzio di Bonifica. Come già avvenuto la scorsa estate i due enti hanno trovato un accordo che eviterà disagi alla popolazione.”Devo ringraziare la disponibilità del personale che ha lavorato tutta la notte per eseguire nuovi prelievi ed eliminare eventuali tracce di sabbia nell’acqua”, dice il presidente dell’ente di bonifica ,Fabrizio Marchetti. “Le risorse idriche captate nel fiume all’altezza di San Giovanni Lipioni sono purissime. Da oggi l’acqua è a disposizione di vastesi e sansalvesi in attesa di una riunione con tutti gli enti preposti necessaria per fissare regole e procedure”, afferma Marchetti.

paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su