vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Da Vasto a tutta la Nazione gioia per la qualificazione dell'Italia in Coppa Davis: dichiarazioni di Fognini, Barazzutti e Seppi

Più informazioni su

TORINO. Grande impresa della nazionale italiana nella Coppa Davis ieri. Tanti i telespettatori incollati al monitor per vedere i loro beniamini combattere e conquistare alla fine la vittoria. Grandi esplosioni di gioia nei vari circoli della città. La Coppa Davis ha sempre quel qualcosa di magico che tiene gli appassionati del tennis italiano fermi e ansiosi guardare ogni colpo in campo. Anche a Vasto la vittoria è stata accolta con grandi feste.  Un Fognini strepitoso che regala dopo il punto ottenuto nel doppio, anche il punto della vittoria sconfiggendo senza paura Dodig. Ad attendere gli azzuri ora il Canada di Raonic, altra squadra in formissima che ha eliminato addirittura la famigerata Spagna. Italiani condizionati nella forma fisica da un brutto virus influenzale e intestinale che ha colpito quasi tutta la squadra, in particolare, proprio Seppi e Fognini. Essenziale l’apporto dello staff medico che li ha curati come fossero dei bimbi. Sul 2-1 dopo il doppio ci si aspettava la vittoria di Seppi che invece ha impattato contro Cilic perdendo per tre set a zero. Non sono mancate le occasioni per raddrizzare il match ma è stato bravo l’avversario a non mollare un punto e tenere il servizio con grande abilità. “Il mio avversario ha disputato un ottimo match. Per me prestazione un pò sottotono. Nonostante tutto me la sono giocata anche se non ero al100% della forma anche per via del virus che ci ha colpiti e mi ha costretto in bagno per due giorni consecutivi. L’ho risentito un pò all’inizio dell’incontro, ero sotto di energie ma questo non deve togliere merito al Cilic” afferma Seppi dopo il passaggio del turno.  CI pensa allora un ragazzo 25enne di Arma di Taggia a regalare il punto vittoria all’Italia. Quattro set (4-6/6-4/6-4/6-4) in cui sbaglia davvero poco e vince in rimonta. Se il match resta aperto due ore e mezzo è solo perché Fognini si concede un passaggio a vuoto nel quarto e decisivo set. “Contento! UN punto molto importante per noi e per il tennis in generale oggi. Questra è la cosa positiva . Spero questa vittoria mi dia una carica personale per poter iniziare al meglio la stagione sulla terra in Sud America e continuare così. I complimenti vanno anche allo staff medico per averci rimesso in piedi e per esserci stati vicino due giorni consecutivi come dei baby sitter. Il virus influenzale poteva davvero condizionarci in toto. Vittoria importante e diversa da quella del Roland Garros che mi ha permesso di accedere ai quarti. Qui avevo sul ‘groppo’ la bandierina italiana ed è qualcosa di speciale che spero di vivere bene fino in fondo. Da piccolo avevo il pallino di voler diventare giocatore di calcio e tutt’ora seguo tantissimo quello sport. Appena posso vado a vedere le partite e sono molto tifoso, ma ora il mio sport è il tennis e qui spero di toglilermi grandi soddisfazioni ancora. Per ogni bambino e ragazzo penso sia il sogno più grande potere giocare, in auqlasiasi sport, con la maglia della propria nazionale e giocarsela” dichiara contento Fabio Fognini dopo la conquista del punto decisivo. “Ho vissuto tutto con tanta ansia, tante emozioni che si sono susseguite veloci, ma alla fine anche tantissima gioia. Felice per la vittoria e per questi ragazzi che hanno meritato il passaggio del turno. Aspettavamo da tanto questa vittoria” afferma Barazzutti.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su