vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Arrestati i due rapinatori della farmacia Di Nardo di San Salvo

Più informazioni su

SAN SALVO. Individuati dopo poche ore dalla rapina alla farmacia Di Nardo i due presunti rapinatori. Sono entrambi di Cupello. Sequestrata anche l’arma. Questa la nota diffusa dal Comando Provinciale dei Carabinieri in merito all’operazione: “E’ quasi l’ora di chiusura quando un soggetto, a volto coperto ed armato di pistola, irrompe all’interno della farmacia Di Nardo, ubicata in Corso Garibaldi e, sotto la minaccia dell’arma, costringe la farmacista a consegnargli il denaro contenuto in cassa, pari a euro 500. Subito dopo l’azione delittuosa il malvivente riusciva a far perdere le tracce fuggendo a bordo di un’autovettura Seat condotta da un complice rimasto in attesa con funzione di palo all’esterno dell’esercizio. Le immediate ricerche condotte dai militari del nucleo operativo della compagnia Carabinieri di Vasto, coadiuvati dai colleghi della locale stazione, consentivano di rintracciare e trarre in arresto gli autori della rapina, indentificati in : – Antenucci Nicola, di anni 28, residente in Cupello (CH); – Di Bartolomeo Massimo, di anni 40. residente in Cupello (CH). Ritenuti responsabili, il primo, quale autore materiale della rapina ed il secondo quale complice rimasto in attesa all’esterno. L’Arma utilizzata per commettere la rapina, una beretta cal. 7,65 , è stata reinvenuta e sequestrata presso l’abitazione del citato Antenucci Nicola ed è risultata regolarmente detenuta dal padre di quest’ultimo. Entrambi, che rispondono di rapina aggravata in concorso, sono stati ristretti all’interno della casa circondariale di Vasto”. ”Ancora una volta la fiducia e la collaborazione dei cittadini nelle forze dell’ordine ha permesso di individuare tempestivamente  gli autori della rapina alla Farmacia Di Nardo avvenuto ieri sera nel centro dittadino”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, che questa mattina, nel corso di una telefonata, ha voluto ringraziare a nome della citta’ il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Salvatore Ronzo, e il comandante della Compagnia di Vasto, capitano Giancarlo Vitiello. ”Da apprezzare l’immediata risposta dei carabinieri a un crimine, che crea allarme sociale, perpetrato con l’utilizzo di una Beretta 7.65 per portar via l’incasso”. Il sindaco di San Salvo ribadisce la necessita’ che in citta’ ”venga rinforzata la presenza delle forze dell’ordine, che deve essere percepita non solo dai cittadini ma soprattutto dalla delinquenza, come deterrente per impedire future azioni criminali tra la nostra gente”.  
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su