vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

No all'isola ecologica vicino la Cooperativa Euro Ortofrutticola

Più informazioni su

SAN SALVO. Il direttivo locale della CIA definisce sbagliata la scelta dell’amministrazione comunale di San Salvo di localizzare la nuova isola ecologica nei pressi della Cooperativa Euro Ortofrutticola del Trigno e chiede di aprire un dibattito pubblico sulla questione che incide in maniera evidente su aspetti di fondamentale importanza come l’economia e la valorizzazione del territorio.  La Cooperativa Euro Ortofrutticola del Trigno, tra le più grandi del centro-sud, è la terza azienda presente sul territorio dopo la Pilkington e la Denso; esporta in tutta Europa; per anni ha avuto il vanto di essere la fornitrice ufficiale della Casa Reale d’Inghilterra; sta facendo salti mortali per valorizzare sempre più le proprie produzioni legandone strettamente la qualità al territorio, convertendole alla lotta guidata per arrivare al biologico e sviluppando progetti e nuove tecniche per conquistare ulteriore mercato.   “Un’azienda di questo tipo non può, in alcun modo,  trovarsi vicino ad un’isola ecologica nella quale vengono conferiti tutti i rifiuti del Comune, prima dello smistamento in discarica – ha dichiarato il vicepresidente della CIA-Chieti Giuseppe Torricella – Riteniamo questa scelta estremamente sbagliata.  Basti pensare a tutti i cattivi odori che questi rifiuti sprigionerebbero e alle tracce che lascerebbero i mezzi sui quali saranno quotidianamente trasportati. San Salvo ha certamente bisogno dell’isola ecologica, ma questa va necessariamente ubicata in un’altra parte del territorio comunale, che sia ugualmente fuori dal centro abitato”. La Cooperativa, negli ultimi anni, ha investito circa sette miliardi per realizzare la nuova cantina finalizzata alla produzione di vini di alta qualità. L’eventuale localizzazione dell’isola ecologica affianco a queste strutture finirebbe indubbiamente per danneggiare la cooperativa stessa ed il reddito degli agricoltori ed, inoltre, metterebbe in crisi un sistema produttivo importante non soltanto per San Salvo, ma per tutta la vallata del Trigno dove sono presenti numerose aziende che qui portano i loro prodotti.  “Non si possono prendere simili decisioni senza consultare le organizzazioni professionali, le strutture economiche presenti sul territorio, gli agricoltori e la stessa  popolazione rispetto a questa questione – ha aggiunto Torricella –  La CIA è disponibile a collaborare con l’amministrazione comunale allo scopo di individuare una sede idonea alla realizzazione dell’isola ecologica che non può, nella maniera più assoluta, essere posta accanto all’Euro Ortofrutticola del Trigno, un’azienda che occorre sostenere e valorizzare, piuttosto che danneggiare. Presso la sede della Cooperativa c’è anche un punto vendita dei prodotti tipici. Quanto potrebbero essere stimolati ad acquistare tali prodotti coloro che, recandovisi, sentirebbero cattivi odori e vedrebbero l’isola ecologica? Questa è evidentemente una scelta che va ripensata. La CIA si batterà affinché l’amministrazione comunale ritorni sulle proprie decisioni” – ha concluso così il vicepresidente della CIA-Chieti.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su