vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Intervista al direttore sportivo dello Sporting Ortona, Omar Trovarello, dopo la sconfitta contro il Vasto Marina

Più informazioni su

VASTO. Lo Sporting Ortona perde in trasferta contro il Vasto Marina e non riesce a far punti per tirarsi fuori dalla zona play out. Ragazzi che spingono e cercano di pressare di più dei vastesi nei primi 45′ minuti  ma che non riescono a trovare la strada del goal e vengono puniti alla fine da un euro goal di Riella. Ne parliamo con il direttore sportivo dello Sporting, Omar Trovarello: “Sconfitta qui a Vasto oggi, forse, immeritata. I suoi ragazzi hanno giocato meglio rispetto ai vastesi nei primi quarantacinque minuti di gioco e anche per buona parte del secondo. Vasto Marina che ha trovato il goal nelle uniche due azioni pericolose del match”. “Giornata sfortunata. E’ un pò dall’inizio dell’anno che abbiamo a che fare con questo tipo di giornate. Purtroppo sotto il piano della condizione e della disputa in campo ci siamo ma gli episodi ci condannano e purtroppo l’ipotesi play out si paventa come molto possibile”. “La Santegidiese oggi ha vinto contro il Guardiagrele. In settimana però gli sono stati dati ulteriori punti di penalizzazione. Si potrebbe addirittura arrivare ad avere quel distacco con la quint’ ultima di 9 punti tale da non fare disputare poi i play out”. “Se dovesse succedere la quint’ ultima si salverebbe senza dover ricorrere agli spareggi. Poi, naturalmente, si dovrà vedere cosa succederà in serie D e si tratterebbe di cose ancora più articolate. Tutto è da vedere solo dopo l’ultima di campionato”. “Sporting Ortona che oggi si è affidata tanto ai lanci lunghi a scavalcare il centrocampo e tentando di mettere in difficoltà la retroguardia vastese. Non è andata benissimo per i frutti che ha dato alla fine. Ha impostato per larghi tratti il gioco ma senza riuscire a infierire e far risultato”. “Si, diciamo di si. Oggi gli avversati dietro sono stati impeccabili. Non hanno sbagliato mai nemmeno le seconde palle. Non siamo riusciti ad arrivare mai prima e francamente davanti sono due partite che riusciamo a creare pochissimo. Se fossimo riusciti a tenere il risultato sullo 0-0 sarebbe stato più giusto e un bene ma, onestamente, non ho mai avuto la sensazione di poter andare in vantaggio”. “Ci crede lo Sporting Ortona e in questo caso, in particolare, il direttore sportivo, sulla possibile salvezza?”. “Queste sono le annate storte lo dico dall’inizio dell’anno da come si sono sviluppate diverse partite. Bisogna sempre crederci e lottando fino all’ultimo speriamo alla fine di conquistare la permanenza nella categoria. Bisogna crederci sempre”. “Un giocatore del Vasto Marina che gli avresti volentieri portato via nella campagna acquisti e che potrebbe fare la differenza in questa categoria”. “Fonseca. Impiegato in un certo modo potrebbe essere devastante in questa categoria”. “Proprio Fonseca vi stava per punire su un bellissimo tiro già prima di Riella”. “Si, non si possono concedere quel tipo di occasioni ad un giocatore così. Siamo stati mal posizionati su una ripartenza e stavamo per essere puniti. Ma tant’è che il goal poi è venuto comunque dal prosieguo dell’azione”. “La prossima partita lo Sporting sarà impegnato contro l’Alba Adriatica”. “Si contro l’Alba altro scontro diretto. E’ chiaro vincendo rimetteremmo tutto in gioco ma se non dovessero arrivare i tre punti anche il pareggio sarebbe inutile per noi”. “Dopo una sconfitta come quella di oggi in uno scontro ‘salvezza’ se cosi lo si può chiamare, cosa dice ai ragazzi alla ripresa degli allenamenti per caricarli in vista del prossimo match importante così come lo saranno anche le altre partite, più tese, sotto il profilo psicologico in questo finale di stagione”. “Bisogna essere presenti, caricare i ragazzi, fargli sentire la vicinanza della società che del resto non è mancata mai. E’ chiaro che molto devono fare loro. Trovare loro dentro di sè gli stimoli, le motivazioni, la voglia di non retrocedere”. 

Più informazioni su