vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Asportazioni di linfonodi senza la necessità di interventi tradizionali

Più informazioni su

VASTO. E’ iniziata l’era della chirurgia robotica anche per i tumori al colon. Il Professor  Paolo Innocenti, direttore del dipartimento di chirurgia della Asl Lanciano-Vasto-Chieti ha inaugurato con successo questo nuovo tipo di intervento  importantissimo per la chirurgia di tumori.

Il Professore non nasconde la propria soddisfazione e spiega che il robot chirurgico rappresenta l’evoluzione della laparoscopia.

«Il robot chirurgico – sostiene il prof. Innocenti – rappresenta l’evoluzione della laparoscopia. Ma non solo. E’ possibile con questo strumento incredibile effettuare manovre chirurgiche altrimenti impossibili che riproducono interamente i movimenti della mano, ricorrendo solo a piccoli tagli. E’ come portare la mano del chirurgo dentro l’addome del paziente senza aprirlo».

Dal punto di vista della cura dei tumori è un passo avanti notevole. Basti pensare solo alla possibilità di fare ampie asportazioni di linfonodi e di effettuare suture all’interno del corpo senza la necessità di aprirlo come negli interventi tradizionali. Ritengo – ha aggiunto il Professor Innocenti – che la ASL Lanciano Vasto Chieti si sia posta all’avanguardia nella nostra Regione dotando i chirurghi di uno strumento sofisticato che desideravamo da anni, costosissimo ma di efficacia straordinaria.

Grazie alle scelte della ASL, anche per l’Università il vantaggio è stato considerevole. Infatti i giovani chirurghi possono apprezzare l’utilità del robot e con i simulatori, muovere i primi passi dell’apprendimento.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su