vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sfiorato il colpaccio a Fondi, 22-20 il risultato con rammarico

Più informazioni su

FONDI. Impresa sfiorata per la Pallamano Vasto ieri nella quinta giornata di ritorno del Campionato di Serie B di Pallamano. A Fondi (LT), i ragazzi di mister Bevilacqua e Mister Marinucci affrontavano i padroni di casa, secondi in classifica, dell’HC Semat. I vastesi partivano con la consapevolezza che era una partita molto difficile, resa ancora più difficile da alcune defezioni importanti che non permettevano agli abruzzesi di andare in trasferta ad organico pieno, ma solo con dieci atleti a disposizione. Senza pressione e senza obbligo di risultato, i vastesi cominciano a giocare, impostano la gara sui loro ritmi e il Fondi inizia subito a trovare notevoli difficoltà in attacco grazie ad un’ottima difesa da parte di tutto il collettivo biancorosso che non concede nulla ai laziali; nelle fasi d’attacco, Ricciuti e compagni girano molto la palla, fino quasi ad addormentare l’avversario, per poi colpirlo improvvisamente con le  penetrazioni delle ali, oppure con i tiri da fuori del terzino Andrea Di Casoli; è la tattica giusta, la Pallamano Vasto domina il primo tempo, che si chiude sul 9-13. 
I Fondani nella ripresa alzano il ritmo della gara, recuperano lo svantaggio, ma i ragazzi della Pallamano Vasto non si demoralizzano, anzi trovano ancora la forza di tornare in vantaggio sul +2 a 6 minuti dal termine della partita, i vastesi stanno dominando un avversario sicuramente più forte, e stanno meritando la vittoria, ma alcune decisioni sbagliate della coppia arbitrale consentono la rimonta e il sorpasso ad un minuto dal termine del match ai ragazzi del Fondi; i vastesi non ci stanno, ritornano in attacco e solo la sfortuna non consente al capitano Ricciuti, fino a quel momento infallibile dai 7 metri,  di segnare il rigore del momentaneo pareggio a 30 secondi dal termine; sul capovolgimento di fronte, l’arbitro concede un rigore inventato su un muro di Andrea Di Casoli sui 9 metri al Fondi, che  insacca il tiro di rigore e chiude la partita sul 22-20 finale.
Grande rammarico in casa Pallamano Vasto dopo una partita dominata e che meritavano sicuramente di portare a casa, ma il capitano vastese Alessio Ricciuti è comunque soddisfatto, anche se a metà: “è proprio il caso di dire che abbiamo sfiorato l’impresa; con tutti i problemi che abbiamo, le strutture poco adatte, la mancanza di allenamenti adatti al nostro sport, conseguenza della carenza di strutture e del tempo necessario ad allenarsi come si deve, siamo andati a Fondi e abbiamo messo paura ad una grande squadra, che si allena con i giocatori di Serie A! Questa partita è la dimostrazione che non siamo inferiori a nessuno e con le giuste attenzioni che dovremmo avere, visto che siamo l’unica società sportiva a Vasto, a non essere considerata al pari delle altre, stiamo affrontando squadre come il Fondi e le stiamo mettendo sotto! A nome della mia squadra, io pretendo rispetto per i miei compagni, per i miei allenatori e per la mia società perché anche noi abbiamo il diritto di poterci allenare in strutture pubbliche e non private, e spero che chi di dovere ascolti le mie parole e faccia qualcosa per accogliere le nostre richieste perché ripeto che è un nostro diritto avere a disposizione strutture pubbliche! Tornando alla partita, abbiamo messo sotto una grande squadra come il Fondi, loro si allenano tutti i giorni 2 ore al giorno con la prima squadra che gioca in Serie A e sta per affrontare i quarti di finale per lo scudetto, quindi loro sono nettamente più forti di noi, ma li abbiamo messi sotto, e solo a 30 secondi dal termine della gara, e grazie a qualche “aiutino” da parte degli arbitri sono riusciti a batterci, ma io sono convinto che con altri arbitri avremmo stravinto questa partita! Comunque abbiamo dimostrato ancora una volta che giocando insieme possiamo battere chiunque, purtroppo con i problemi che abbiamo, stiamo facendo i miracoli; ma va bene cosi, ora sabato ci aspetta un’altra gara quasi-impossibile con il Pescara, che vincendo sarebbe matematicamente promossa in A2, quindi loro saranno ancora più motivati e con tutta la pressione addosso perché sono obbligati a vincere, noi da parte nostra cercheremo di fargli lo sgambetto, vogliamo fargliela sudare fino alla fine, come abbiamo fatto ieri con il Fondi”.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su